Orgogliosi di vivere in una città chiamata Dildo

A un’ora di macchina dalla città di Come By Chance, passato Spread Eagle Island, c’è un grande cartello stradale verde, c’è scritto “Dildo“, con una freccia bianca che indica la direzione.
Il villaggio di pescatori di Dildo in provincia di Terranova in Canada, è la patria di circa 1.200 persone, la maggior parte sono abbastanza orgogliosi di essere chiamati Dildoiani.
Com’è nato questo nome? Perché la città si chiama così? La gente del posto è desiderosa di fugare i concetti sbagliati sul collegamento al noto giocattolo del sesso che è nato in seguito, offrono una varietà di teorie che vanno dal nome di un marinaio spagnolo del 1600, a un termine arcaico di un attrezzo nautico oblungo.
Le industrie della pesca e la caccia alle balene da secoli si definiscono società di Dildo, la città le celebra sul lungomare con un festival annuale noto come “I Giorni di Dildo” (quest’anno dal 27 al 31 luglio). Una flottiglia di barche circonda la baia, guidate da quella che trasporta una statua di Capitan Dildo nel suo brillante impermeabile giallo.
I turisti a caccia di souvenir escono soddisfatti dopo aver acquistato e indossato la T-shirt con la scritta: “Sono sopravvissuto al Dildo Days“.
Nel corso degli anni alcuni Dildoiani hanno avuto un ripensamento sul nome della città, tra i primi nel 1900 un elettricista del posto  aveva iniziato una campagna pubblica per ribattezzare la città, è stato costretto ad abbandonare l’idea dopo l’ondata di proteste da parte di residenti che non si sentivano offesi per il nome.