Oggi è la Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese

L’Assemblea Generale nella sua risoluzione A / 68/12 del 26 novembre 2013, ha deciso di proclamare il 2014 Anno Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese.
Il Segretario Generale Ban Ki-moon nel messaggio in occasione della Giornata Internazionale della Solidarietà con il Popolo Palestinese ha detto:
«In questa Giornata Internazionale di Solidarietà, invito le parti a fare un passo indietro dal baratro. Il ciclo di distruzione insensata deve finire. Il circolo virtuoso della pace deve cominciare».

Cronistoria della Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese
L’Assemblea Generale nel 1977 ha chiesto la celebrazione annuale del 29 novembre come Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese (risoluzione 32/40 B). L’Assemblea in quel giorno, nel 1947, ha adottato la risoluzione sulla spartizione della Palestina (risoluzione 181 (II)).
L’Assemblea in delibera 60/37 del 1° dicembre 2005, ha chiesto al Comitato per l’esercizio dei diritti inalienabili del popolo palestinese e la divisione per i diritti palestinesi, il 29 novembre come parte della celebrazione della Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, per continuare a organizzare una mostra annuale sui diritti dei palestinesi o un evento culturale in collaborazione con la Missione di Osservazione Permanente della Palestina alle Nazioni Unite.
La celebrazione della Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese ha inoltre incoraggiato gli Stati membri a continuare a dare il massimo sostegno e la pubblicità per la celebrazione della Giornata della Solidarietà.
La Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese nel 2014, normalmente osservata il 29 novembre, è stata commemorata lo scorso 24 novembre presso la sede delle Nazioni Unite a New York. E’ iniziata con una riunione speciale del Comitato per l’esercizio dei diritti inalienabili del popolo palestinese, con la partecipazione del Segretario generale delle Nazioni Unite. La sessione è continuata con la proiezione di un film, la mostra fotografica di UNRWA intitolata “The Long Journey” e un concerto del gruppo Trio Joubran.

UNRWA risorsa storica inserita dall’UNESCO nella memoria della lista mondiale
UNRWA fin dalla sua fondazione, ha registrato tutti gli aspetti della vita e della storia dei rifugiati palestinesi attraverso il cinema e la fotografia, ciò ha portato a un ricco archivio audiovisivo, che contiene più di 430.000 negativi, 10.000 stampe, 85.000 diapositive, 75 film e 730 videocassette.
L’Archivio UNRWA nel 2009, è stato iscritto dall’UNESCO nella memoria della lista mondiale, riconoscendo il suo valore storico. La digitalizzazione dell’archivio non solo salva e conserva tutto il materiale, rende anche più facile da classificare e diffondere, dando nuova vita a questa risorsa storica.
L’archivio è costituito da immagini e filmati scattate da fotografi dell’UNRWA (e dei loro predecessori) per tutta la seconda metà del tumultuoso ventesimo secolo e l’inizio del ventunesimo, includono immagini iconiche di palestinesi che nel 1948 hanno dovuto lasciare le loro case; la creazione di campi profughi, nel 1950; il secondo abbandono delle case nel 1967; le ostilità in Libano; e l’agitazione dalla seconda metà del 1980 ai primi anni del ventunesimo secolo.
Spesso nel lavoro di UNRWA le vite di profughi della Palestina sono centrali all’archivio, ma i suoi ritratti di figure e le scene importanti pubbliche di turbolenti avvenimenti politici servono come promemoria del travagliato contesto che negli ultimi sei decenni è diventato parte della memoria collettiva della comunità.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento