Occhi: riconoscere questi sintomi può salvare la vista

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno evidenziato che solo in America 61 milioni di adulti attualmente sono ad alto rischio di grave perdita della vista, di questi nel corso dell’anno passato solo la metà si è fatta visitare da un oculista.
Sappiamo tutti che è di vitale importanza osservare alcune manifestazioni del nostro corpo che potrebbero essere il segnale di qualcosa di più serio, come questi disturbi fisici che non si dovrebbero mai ignorare.
Per quale motivo, più di 30 milioni di persone stanno ignorando i sintomi che coinvolgono l’occhio uno degli organi più importanti del corpo? WebMD scrive: «Il medico deve valutare in anticipo le condizioni dell’occhio e aiutare a prevenire la perdita della vista, può raccomandare un esame della vista ogni due anni o più spesso dopo i 60 anni».
Come si fa a sapere quando c’è qualche problema con l’occhio e bisogna andare subito dall’oculista?
L’elenco sottostante anche se non dovrebbe mai prendere il posto di una consulenza medica, mostra esattamente quello che segni e sintomi potrebbero indicare su una grave patologia oculare che sta minacciando la vostra vista.
In generale sintomi e infezione dell’occhio sono facili da riconoscere, ricevere l’attenzione medica potrebbe essere vitale per preservare la salute degli occhi e della vista. E’ di fondamentale importanza sapere:

Rossore
Ognuno di tanto in tanto ha l’arrossamento degli occhi, anche se può essere solo allergia, le possibili gravi cause di arrossamento potrebbe essere un graffio corneale, cheratite, o anche gli occhi rosa (congiuntivite).
Mayo Clinic, riporta: «I trattamenti possono contribuire ad alleviare il disagio della congiuntivite, può essere contagiosa. La diagnosi precoce e il trattamento possono contribuire a limitare la sua diffusione».
Naturalmente, avere gli occhi rossi per un giorno non dovrebbe essere un motivo di allarme, ma se persistentemente sono rossi o se sono accompagnati da dolore, gonfiore, prurito estremo, è meglio consultare immediatamente un oculista. Trattare rapidamente la congiuntivite, un graffio corneale, o una delle altre malattie gravi potrebbe essere la chiave per mantenere la salute degli occhi.

Occhi pieni di lacrime
Simile ad arrossamenti, avere gli occhi acquosi non significa necessariamente andare dal medico, ma se il problema della lacrimazione persiste, o è accompagnato da altri sintomi, è necessare fare un controllo.
Eye Institute della Nuova Zelanda riporta: «In alcuni casi l’eccessiva produzione lacrimale è naturale in ambienti freddi o ventosi, o se un corpo estraneo è entrato nell’occhio. Tuttavia, l’eccessiva e costante irrigazione non è normale, può verificarsi per una serie di ragioni».
Tali motivi potrebbero includere problemi delle ciglia o palpebre, problemi di drenaggio del condotto lacrimale, congiuntivite, graffi sulla cornea, o anche un’ulcera corneale.
Ognuno conosce il proprio corpo, quindi, se la lacrimazione degli occhi è persistente, probabilmente si dovrebbe fissare un appuntamento con l’oculista, per lo meno, sarà in grado di fornire sollievo dal disagio causato dalla lacrimazione degli occhi.

Minuscoli corpi galleggianti
I minuscoli corpi galleggianti (chiamati anche mosche volanti), in realtà sono comuni tra le persone, di volta in volta questi puntini o linee galleggiano attraversano il nostro campo visivo, ma ci sono alcune malattie degli occhi molto pericolose che possono causare un eccesso di mosche volanti, fenomeno che dovrebbe essere preso molto sul serio.
Healthline consiglia: «Consultate immediatamente il vostro oculista se i corpi galleggianti nell’occhio cominciano a verificarsi con maggiore frequenza; quando si vedono lampi di luce; si perde la visione periferica; si sviluppa un dolore oculare: questi sintomi in combinazione con i corpi galleggianti nell’occhio possono essere un segno di condizioni mediche più pericolose».
Le gravi condizioni includono: lesione nella retina; distacco della retina, un’emorragia causata da infezioni o lesioni. E’ importante consultare l’oculista quando i minuscoli corpi galleggianti sono frequenti o avvengono con gli altri sintomi.

Palpebra cadente
Le palpebre cadenti sono uno dei sintomi più semplici da individuare, possono verificarsi in una o entrambe le palpebre. Ci sono alcune cause molto gravi associate con una palpebra cadente, per questo si dovrebbe assolutamente vedere un medico.
Il New York Times riporta: «Le palpebre cadenti possono essere dovuto a una serie di condizioni tra cui l’invecchiamento, il diabete, l’ictus, la sindrome di Horner, grave miastenia, un tumore al cervello o altri tipi di tumore che colpisce le reazioni nervose o muscolari».
Altre cause dipendono dall’invecchiamento o allergie, ma è meglio consultare il proprio medico in modo da poter sapere con certezza la natura del male.

Oggetti estranei nell’occhio
Avere un corpo estraneo in un occhio non è mai buono, si dovrebbe cercare di affrontare immediatamente il problema. Evitare di strofinare l’occhio, non tentare mai di rimuovere qualcosa che è incorporata. Provare a lavare l’occhio con acqua calda e pulita. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui il corpo estraneo richiederà un intervento medico.
Mayo Clinic, consiglia: «Chiedere un aiuto medico immediato nei casi in cui non è possibile rimuovere l’oggetto con una semplice irrigazione, l’oggetto è incorporato negli occhi, la vista è anormale, il dolore, l’arrossamento o la sensazione di un oggetto nell’occhio persiste dopo la sua rimozione».
Avere qualcuno che ti aiuti con la fase di lavaggio dell’occhio potrebbe essere l’idea migliore. Essere sempre coscienti di quanto è il momento di andare dal medio per avere assistenza per rimuovere il corpo estraneo.

Orzaiolo
Molte persone sono colpite da orzaioli, sono causati da batteri stafilococco, generalmente assumono la forma di un foruncolo lungo il bordo della palpebra. Ci sono alcune situazioni che richiedono l’attenzione medica.
WebMD, suggerisce: «Si dovrebbe vedere un medico se il gonfiore non si placa nel giro di poche settimane, interferisce con la vista, si ha dolore negli occhi o se gli orzaioli sono ricorrenti».
Inoltre, quando un orzaiolo è molto grande, è non va via, l’unica possibilità è la rimozione chirurgica.

Secchezza degli occhi
La secchezza degli occhi indotta da occasionale allergia può essere trattata con qualche goccia di collirio, ma uno dei problemi con questo sintomo è la possibilità di avere la sindrome dell’occhio secco.
Healthline, consiglia: «Se avete la sindrome dell’occhio secco, i vostri occhi non producono abbastanza lacrime o non riescono a mantenere un normale livello di liquido lacrimale, come risultato non può eliminare la polvere e altre sostanze irritanti, ciò può portare a bruciore, dolore e arrossamento nei tuoi occhi».
La sindrome dell’occhio secco è curabile attraverso la prescrizione di gocce oculari, farmaci e chirurgia. E’ importante consultare il medico se i vostri occhi secchi sono accompagnati da problemi di vista o di grande disagio.

Secrezione oculare
La secrezione oculare è normale, il problema si pone se si vede un cambiamento nella quantità, il colore, o la coerenza, ciò potrebbe indicare un problema d’infezione oculare o malattia.
WebMD, evidenzia: «Un sintomo importante di congiuntivite è la secrezione gialla o verde. Se si nota una strana secrezione oculare consultare il medico, potrebbe dipendere dalla congiuntivite, un corpo estraneo, o la malattia di Lyme.

Cataratta
La cataratta è molto grave perché può causare la perdita della vista. La cataratta può apparire come una nuvola sopra la pupilla, limita l’ingresso della luce nell’occhio, causando problemi di vista.
CDC riporta: «20,5 milioni di americani, età tra i 40 anni fino all’età dei più anziani ha la cataratta».
La cataratta è un problema serio, colpisce milioni di persone. La chirurgia è sicuramente un’opzione, è bene rivolgersi al medico non appena si nota qualcosa di strano.

Sanguinamento
Quando si nota il sangue sotto la superficie dell’occhio, normalmente avviene solo in uno dei due occhi, non è necessario alcun trattamento, di solito l’emorragia si risolve da sola.
Tuttavia, Healthline scrive: «Se hai il sangue negli occhi dopo un infortunio alla testa, è necessario consultare immediatamente il medico, il sanguinamento può dipendere da lesioni al cervello».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento