Nuovi sistemi di pedaggio sono pronti per colpire le autostrade americane

I veicoli elettrici potrebbero essere un bene per l’ambiente, ma sono terribili per i bilanci statali, che dipendono dalle tasse sul carburante per pagare la manutenzione delle strade, quindi in America, Stati come Oregon e Utah stanno già sperimentando nuove tasse per gli utenti della strada – note come ” tasse sul chilometraggio dei veicoli ” o VMT – che riflettono le mutevoli tendenze della mobilità.

Perché è importante
Gli stati addebitando ai conducenti i chilometri percorsi, invece di tassare il carburante che usano, possono garantire che tutti paghino la loro giusta quota per le strade pubbliche, ma alcuni conducenti potrebbero finire per pagare più di quanto non facciano ora e la tecnologia preliminare coinvolta sta sollevando problemi di privacy.

Come funziona
Utah e Oregon, dove i veicoli elettrici e l’aumento dell’efficienza del carburante stanno facendo un buco nei budget per le riparazioni stradali, ai conducenti è chiesto di iscriversi a esperimenti volontari di pedaggi a consumo.
I conducenti con un sistema VMT, segnalano il loro chilometraggio elettronicamente, utilizzando un dispositivo plug-in nelle loro auto o un’app per smartphone.
Il giornale Deseret News pubblicato a Salt Lake City, in Utah, ha scritto:
«Agli utenti è data la possibilità di pagare 1,5 centesimi per miglio percorso o una tariffa fissa annuale di 120 dollari per i veicoli elettrici o 20 dollari per gli ibridi a gas».
Oregon sta testando diversi potenziali modelli di finanziamento basati sull’ora del giorno e altri fattori: in un potenziale scenario, un autista potrebbe pagare una tassa di 1,8 centesimi per miglio in tutto lo Stato, più un supplemento metropolitano di 20 centesimi per la città di Portland, più un pedaggio virtuale sull’Interstate 5 (è la principale autostrada Interstate Highway sulla costa occidentale, parallela alla costa pacifica), e un’altra tassa per entrare nel centro di Portland.

Pro e contro
Tra i lati positivi, le tariffe di utenza possono aiutare a gestire la congestione del traffico e affrontare i problemi climatici addebitando importi diversi per determinate Regioni, strade e ore del giorno, tuttavia, chiedere ai conducenti di inserire un transponder nella propria auto, per alcuni è una bandiera rossa.
I conducenti rurali, che tendono a guidare di più, potrebbero trovarsi a pagare più dei residenti urbani e suburbani.

Il quadro generale
Highway Trust Fund, istituito nel 1956 per fornire una fonte di finanziamento più affidabile da parte del governo federale per la costruzione del sistema autostradale interstatale, paga la manutenzione delle strade e i sistemi di transito attraverso l’attuale tassa sul carburante di 18,4 cent per gallone, sta finendo i soldi. Il divario di budget aumenterà inevitabilmente poiché le auto più ecologiche consumano meno carburante e i veicoli elettrici diventeranno più popolari, per gli Stati, il ridotto incasso, è simile all’applicazione di una minor tassa sul carburante.
Michelle D. Godfrey, portavoce di OreGO, il programma pilota statale per l’utilizzo delle strade, ha detto:
«L’Oregon è all’avanguardia di un problema che tutti dovranno affrontare, dobbiamo essere reali sui finanziamenti, perché interessano tutti».
Il disegno di legge per le infrastrutture da 1,2 miliardi di dollari che sta arrivando al Congresso include 125 milioni di dollari per finanziare diversi programmi pilota per testare la fattibilità dei VMT. Ciò include 50 milioni di dollari per un programma pilota nazionale quinquennale e 75 milioni di dollari per le agenzie di trasporto regionali, statali e locali per gestire i propri programmi piloti.

Politiche tariffarie
Il modo per implementare politiche tariffarie più diretto è attraverso uno schema di prezzi a più livelli che utilizza la tariffazione stradale dinamica e il pedaggio avanzato.
ClearRoad, una startup con sede a New York, sta aiutando diversi Stati a testare i sistemi di tariffazione digitale automatizzati senza installare telecamere, sensori e caselli stradali. Tale architettura fissa può essere costosa: Metropolitan Transportation Authority (MTA) società di pubblica utilità, responsabile del trasporto pubblico nello stato americano di New York, ha assegnato un contratto da 507 milioni di dollari a una società di Nashville per progettare, costruire e gestire le apparecchiature e le infrastrutture del sistema di pedaggio necessario per iniziare la tariffazione della congestione a Manhattan.
I funzionari a Londra durante la pandemia, non volevano gravare sui lavoratori essenziali con premi sui prezzi della congestione, ma non c’era modo di distinguere tra i veicoli, quindi hanno dovuto spegnere l’intero sistema.
Paul Salama cofondatore di ClearRoad ha detto:
«I modelli di traffico quando si muovono, non puoi spostare le telecamere, non è diverso da ciò che Uber e Lyft fanno ogni giorno. Le loro tariffe spesso includono costi aggiuntivi per tempi di attesa, prezzi nell’orario di picco, pedaggi autostradali e accesso all’aeroporto. È tutto digitale, quindi puoi cambiare le politiche al volo».

In conclusione: le strade devono essere finanziate, anche se le tasse sul carburante sono destinate a scomparire. Trovare un sistema tariffario equo sarà una grande sfida.

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →