Nuova tendenza anti-stress: poppate di latte al seno per i ricchi imprenditori cinesi (video)

I media cinesi hanno dato risalto alla nuova tendenza dei ricchi imprenditori cinesi che hanno trovato un nuovo modo per combattere i problemi di salute causati da stress e tensione: bere latte materno umano dal seno delle balie che assumono per fornire giornalmente la nutriente bevanda.
In Cina mentre molti genitori per i loro bambini fanno fatica a trovare il latte in polvere sicuro (dopo lo scandalo del latte in polvere contaminato, che nel 2008 avvelenò centinaia di migliaia di bambini in Cina e ne uccise sei), i ricchi e potenti imprenditori cinesi che vivono nelle città di Shenzen e Guangd, per mantenersi in forma investono molti soldi per l’approvvigionamento di latte umano fresco. Molte aziende per soddisfare la grande richiesta sta promuovendo e ampliando la loro fornitura di latte materno dai neonati agli adulti.
Lin Jun, un manager di Xinxinyu Household Service Company, intervistato dal giornale cinese Southern Metropolis Daily, ha detto:
«I clienti possono scegliere di consumare il latte materno attraverso un allattamento diretto al seno … ma se si sentono a disagio possono sempre bere da un tiralatte. Alcuni nostri clienti noleggiano in casa le balie per garantirsi un approvvigionamento quotidiano di latte fresco. Le balie raramente sollevano obiezioni a condizione che il prezzo sia quello giusto».
La maggior parte di coloro che indulgono a bere latte materno fresco, a quanto pare sono persone di successo con redditi elevati e posti di lavoro molto stressanti. E’ nel latte umano che cercano una cura miracolosa e molto nutriente per i loro problemi di salute.
Il latte materno in alcune parti della Cina è tradizionalmente considerato la migliore forma di nutrizione per le persone malate, in altre può essere motivo di protesta come per un ristorante a Changsha, dopo aver offerto un intero menu al latte chiamato “Human Milk Dinner”, è stato obbligato a toglierlo dopo le furiose lamentele di molti cittadini indignati per il trattamento riservato agli esseri umani considerati mucche.
Lo Xinxinyu Household Service Company, nella città di Guangdong, è una delle aziende che vendono latte materno per adulti per chi può permetterselo. Le balie che forniscono il latte possono guadagnare fino a 16.000 yuan (2.600 dollari) il mese, quelle più giovani e attraenti possono guadagnare di più.
Il portavoce della società dopo aver detto che la sua azienda stava facendo affari d’oro, a seguito del clamore del pubblico sollecitato dai media cinesi che avevano parlato del servizio, ha negato tutto, ha descritto le accuse dei media come maldicenze per colpire l‘azienda per buttarla fuori dal mercato.
Il Metropolis Sud Daily, tuttavia, ha osservato nella sua inchiesta che la pubblicità di Xinxinyu Household Service Company è presente su molti siti web. Le inserzioni promuovono servizi di balie “di alta qualità”, accanto ad una serie di altre pubblicità di  personale domestico, bambinaie e infermieri.
Le inserzioni affermano che le balie sono in grado di fornire un servizio per adulti in cattive condizioni di salute. La società ha anche pubblicato le foto delle loro balie e personale con i loghi aziendali dietro di loro sulle pareti (vedi video).

Un cliente anonimo ha detto al giornale:
«Il consumo di latte materno è molto popolare tra la mia cerchia sociale, non è raro spendere da 10.000 a 20.000 yuan per assumere una balia, anche se solo poche persone sarebbero disposte a succhiare il latte materno direttamente dai capezzoli delle balie. Ho pagato circa 15.000 yuan per assumere una balia che ha vissuto nella mia casa per un mese».
I netizen cinesi hanno espresso indignazione per la pratica, molti hanno detto che è immorale, svilisce la funzione naturale di fornire un mezzo per il legame madre-figlio.
Sina Weibo sito di micro-blogging cinese ha ricevuto circa centoquarantamila commenti nel pomeriggio di giovedì. In un sondaggio online oltre il novanta per cento ha condannato la pratica come “violazione dei valori etici”.
Un utente l’ha descritta come “pornografia mascherata”, mentre un altro ha detto che era solo “un mezzo per fornire una nuova forma d’intrattenimento per i ricchi”.
Cao Baoyin, scrittore e commentatore online, ha dichiarato:
«E’ il degrado morale della ricca Cina quello di trattare le donne come beni di consumo».
Il blogger ricky_gao, ha dichiarato: «Le persone diventano pervertiti quando sono troppo ricchi e stanchi di altre forme d’intrattenimento, questa è pornografia travestita».
White Lotus ha commentato: «Per favore non diventate ridicoli a forzare la maternità a perdere la sua grazia».
Xiao Shuai, altro blogger ha dichiarato: «E’ solo un business, le persone insensibili all’etica non hanno nulla da rimproverarsi quando ci sono i soldi sul tavolo».
E’ emerso che alcuni esperti legali hanno messo sull’avviso che nel diritto la pratica della poppata al seno potrebbe essere configurata come una forma di servizio sessuale. Un avvocato del Guangdong ha detto:
«C’è una differenza essenziale tra succhiare un seno e bere da un tiralatte, quando nel primo caso è evidente che in gran parte eccede la necessità di dieta». Gli agenti di polizia hanno detto che è difficile provare il crimine sessuale a causa della difficoltà di acquisire le prove.
Le autorità in queste ore – come riferisce AFP – hanno revocato la  licenza commerciale e  ordinato a Xinxinyu Household Service Company di sospendere le operazioni. Tuttavia, il suo servizio balia non è tra i motivi che hanno determinato la sospensione dell’attività, si parla di controlli normativi riferiti agli ultimi tre anni.
Time Stanley – mentre alcuni possono considerare la poppata al seno come una moda eccentrica -, sul Telegraph, esprime il suo disgusto:
«Tutto questo scenario dovrebbe preoccupare il lettore, l’idea stessa di un lattante adulto e di un altro adulto alla disperata ricerca di denaro che deve vendere i suoi servizi in questo modo, è rivoltante. E’ altrettanto sbagliato come la prostituzione.
E’ incredibile come la Cina da paese più comunista, ortodosso e opprimente al mondo, sia diventato più capitalista e consumista. La rivoluzione del mercato ha permesso a persone senza scrupoli di sfruttare gli altri: quando si prende il profitto e lo si spoglia di concetti saldi come il pudore o il diritto naturale, nella mente dei nichilisti diventa razionale trattare il corpo umano come un prodotto da confezionare con tanto di prezzo e metterlo sul mercato».
La rabbia morale di Time Stanley non riguarda solo la Cina, il consumo di latte umano per adulti interessa anche la sua Gran Bretagna:
Matt O’Connor proprietario del ristorante “The Icecreamists“, di Londra, nel 2011 ha avuto l’idea di lanciare il Baby Gaga, un gelato speciale, prodotto con latte materno. Il nome del gelato, Baby Gaga, è un chiaro omaggio alla trasgressiva pop star americana, con le cameriere del locale a imitare il suo look;
– un sito web ha visto crescere i suoi profitti dal 2010, quando ha iniziato la vendita di latte materno;
– alcune donne britanniche sono note per fornire il loro latte per il consumo degli adulti.
I medici negli Stati Uniti possono prescrivere il latte materno per i pazienti e le persone con disturbi digestivi o problemi immunitari.
AFP riporta che in Cina – secondo un rapporto UNICEF 2012 -, i tassi di allattamento al seno sono bassi, all’incirca il 28 per cento. Il rapporto attribuisce il basso tasso a un congedo di maternità limitato e al marketing aggressivo per comprare il latte artificiale.
Gli esperti medici dicono che il valore nutrizionale del latte materno per gli adulti è ridicolmente sopravvalutato. Wang Xingguo della Dalian Municipal Central Hospital, ha detto:
«Il latte umano per un adulto può effettivamente fare più male che bene perché contiene più lattosio, ciò lo rende meno digeribile, spesso provoca diarrea. Le persone con il latte vaccino possono ottenere i nutrienti di cui hanno bisogno».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →