Nuova idea giapponese, hotel con camere per piangere

Il Giappone nel corso degli anni ci ha fornito il Karaoke, emoji, anime, Nintendo. Ora ha ideato le camere per piangere, secondo il Telegraph, l’hotel Mitsui Garden Yotsuya di Tokyo, per aiutare le donne a combattere lo stress offre le “camere del pianto“, possono essere prenotate per 85 dollari il giorno (nel periodo promozionale fino al 31 agosto a 55 dollari il giorno).
Le camere confortevoli con tessuti “soffici come cashmere”, kleenex per asciugare delicatamente le lacrime e prevenire il gonfiore, struccante, letto caldo per un maggior comfort e una selezione di film strappalacrime.
I dodici film disponibili nelle camere sono stati scelti con cura per “tirare le corde del cuore”, comprendono: “Forrest Gump“, con Tom Hanks; “A Moment to Remember” (film della Corea del Sud, racconta la storia di una giovane coppia alle prese con gli effetti debilitanti della malattia di Alzheimer); “A Tale Of Mari And Three Puppies” (film giapponese, racconta la storia vera di un cane e tre suoi cuccioli sopravvissuti al grande terremoto Chuetsu del 2004).
Gli ospiti possono anche leggere da una collezione raccomandata di fumetti manga super tristi della casa editrice giapponese ToÌ “kyoÌ“.
L’idea è piuttosto geniale, come riporta una nota Jezebel:
«A volte per la psiche non c’è niente di meglio che un bel pianto. E’ brillante aver concepito uno spazio sicuro per farlo, lontano dalla propria casa e dal lavoro. E’ un peccato che le camere sono solo per le donne. Sì, mi rendo conto che questo è il Giappone, dove le idee culturali talvolta sono di tutto genere, diciamo, diverse dal mondo occidentale. Sarebbe stato piacevole anche per gli uomini giapponesi avere un bel pianto».

Il Giappone ha molti strani alberghi
Il Telegraph evidenzia che le “camere del pianto” rientrano semplicemente nelle attese dello stravagante mondo di hotel giapponesi e caffè.
Tokyo è ricca di “Love Hotel” (vedi video) le camere d’albergo progettate per soggiorni brevi per incontri amorosi: in media 1,4 milioni di coppie ogni giorno visitano un Love Hotel.
Ci sono anche i “caffè coccole” dove gli uomini pagano per dormire accanto a una ragazza senza arrivare ad avere rapporti sessuali. E’ possibile aggiungere un extra alla ragazza per uno scambio di sguardi negli occhi per un minuto o per accarezzarle i capelli per tre minuti.
Il Giappone naturalmente ci ha dato anche  il “Cat Cafe“, idea adottata in America, dove le persone mentre accarezzano un gatto possono consumare un bicchiere di latte o un succo di frutta. Ora in Giappone hanno aperto anche i caffè esclusivi per accarezzare conigli, gufi e uccelli.

Lo stress è vero, il pianto aiuta
E’ facile liquidare una “camera del pianto” come qualcosa di sciocco o addirittura inutile. Tuttavia, i biologi evoluzionisti nei loro studi hanno dimostrato che piangere aiuta le persone a ridurre lo stress attraverso il rilascio di alcuni ormoni e sostanze chimiche dal corpo. Versando lacrime aiuta anche a rilasciare l’energia emotiva di tristezza, dolore e perdita, e può facilitare una maggiore connettività emotiva, e le relazioni tra le persone.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →