Ecco il motivo per cui non si dovrebbe guardare il porno su un cellulare

Gli esperti di sicurezza hanno rivelato che chiunque guardi il porno su un telefono cellulare, in particolare sui telefoni Android, potrebbe rischiare di rendere visibili le proprie abitudini di navigazione.
La tentazione di guardare i contenuti per adulti dalla comodità di uno smartphone potrebbe essere irrinunciabile, ma è più pericolosa rispetto all’accesso fatto tramite computer o laptop.
Wandera società di sicurezza informatica ha messo sull’avviso:
«Guardare il porno sul tuo smartphone è un rischio molto più elevato che guardarlo sul tuo PC. I sistemi operativi Smartphone, in particolare Android, non sono sicuri come i desktop, ci sono molte vulnerabilità che possono essere facilmente sfruttate dagli hacker».
The Sun in un reportage ha rivelato che 40 dei 50 siti Web per adulti più visitati erano vulnerabili al dannoso malware inserito dai cybercriminali tramite link dei siti Web, possono ingannare gli utenti inducendoli a installarlo sui loro dispositivi.
Il malware può raccogliere informazioni dagli utenti, come i loro dati personali e le abitudini di navigazione, spesso possono essere utilizzati per ricattare gli individui e chiedere soldi.
Gli smartphone ufficialmente per attività di malware hanno superato i computer, il software operativo Android è stato identificato come un particolare obiettivo (né Android né Apple iOS sono completamente protetti da cyberattacchi: Android è la piattaforma scelta dai criminali opportunistici perché i produttori di smartphone che lo utilizzano sono liberi di personalizzarlo; Apple cerca di gestire i suoi iPhone in un ambiente più protetto).
Android potenzialmente è più redditizio perché è installato su oltre l’80% degli smartphone in tutto il mondo, purtroppo il malware bancario, app per la raccolta di dati personali, e ransomware sono stati ampiamente segnalati in relazione a difetti del sistema operativo Android.
Il porno online è stato identificato come una delle maggiori minacce per gli utenti di Internet, una ricerca sostiene che è responsabile del 25% di tutte le infezioni su dispositivi mobili, perché i criminali informatici approfittano del fatto che gli utenti scaricano immagini o cliccano su pop-up caricati con dannosi programmi.
I ricercatori in Germania recentemente hanno affermato di essere riusciti a rivelare la storia completa della navigazione degli utenti di Internet, comprese le abitudini porno di un giudice, creando una falsa società pubblicitaria, hanno ottenuto informazioni analizzando i dati “clickstream” (noti anche come clickpaths, tracciano l’itinerario che i visitatori scelgono quando fanno click o navigano attraverso un sito. Il clickstream è un elenco di tutte le pagine visualizzate da un visitatore, presentate nell’ordine delle pagine viste, definite anche come la “successione dei clic del mouse” fatta da ogni visitatore).
Gli esperti di sicurezza consigliano i visitatori di siti porno di evitare di fare clic su pubblicità e pop-up, oltre a rimanere vigili per le e-mail sospette.
Gli utenti Android dovrebbero assicurarsi di utilizzare l’ultima versione del sistema operativo, con eventuali patch di sicurezza aggiornate.