Monitoraggio in tempo reale della navigazione del catamarano PlanetSolar alimentato dal sole

PlanetSolar in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Ginevra ha raggiunto la corrente del Golfo per svolgere misure fisiche e biologiche.
E’ possibile seguire in tempo reale la spedizione scientifica sul sito PlanetSolar per vedere i dati reali dell’imbarcazione con la velocità, le miglia percorse.
Google Map mostra anche la posizione in tempo reale del PlanetSolar (vedi), accanto al cruscotto dal vivo è possibile leggere i messaggi dell’equipaggio. Gérard il 18 agosto 2013 ha scritto:
«Ieri sera, abbiamo passato la longitudine che ha segnato il giro di boa della nostra traversata. E’ stato un forte simbolico momento, buono per il morale. Da qui in avanti, conteremo quanti chilometri restano invece di quanti abbiamo già percorso. E’ anche un momento per fare il punto.
Il nostro viaggio da Terranova è stato disturbato da depressioni che hanno portato tempo instabile, e l’occasione di forti venti, con vaste aree nuvolose. In questo periodo, il tempo è stato bello in Europa occidentale, protetta dall’anticiclone dell’Azzorre che ha spinto queste depressioni al nord. La depressione ci ha costretto a compiere un percorso ventoso, a volte per evitare forti venti e mare mosso, e qualche volta per situarci nel posto migliore per approfittare di rare zone soleggiate. Un esercizio delicato.
Ora stiamo navigando di nuovo giù verso sud-est per evitare gli effetti della successiva depressione, abbastanza forte e bassa per raggiungere la nostra longitudine in tre giorni. Tornando verso l’ingresso del canale si potrà sfruttare i venti più gestibili. L’ultima parte della traversata potrebbe non essere così facile da gestire perché una zona di alta pressione intorno al 22 agosto potrebbe stabilirsi sulle isole britanniche e portare contrari venti orientali».

PlanetSolar, è la più grande barca solare al mondo
È stata progettata da Design LOMOcean, costruita da Knierim Yachtbau presso il cantiere di Howaldtswerke-Deutsche Werft a Kiel, in Germania, e varata il 31 marzo 2010. Da maggio 2012 è divenuto il primo veicolo elettrico a energia solare a circumnavigare il globo.
L’imbarcazione è ricoperta da oltre 500 metri quadrati di pannelli solari con una potenza nominale di 93 kW, che a loro volta sono collegati a uno dei due motori elettrici dislocati in ognuno dei due scafi. È stata costruita interamente in materiale composito: fibra di carbonio con pannelli a sandwich a nido d’ape con densità diverse secondo il tipo di struttura (scafo, puntone, ecc.). La sua carena è in grado di ospitare 200 persone, e grazie alla sua particolare forma sono in grado di raggiungere una velocità massima di quattordici nodi. La barca può navigare sia di giorno sia di notte grazie alle batterie immesse negli scafi che accumulano l’energia derivata dai pannelli solari. Secondo i suoi costruttori, la barca deve essere in grado di garantire un’autonomia di tre giorni. Lo scafo della barca è stato testato in galleria del vento, per determinare l’idrodinamica e aerodinamica dello stesso. Questa barca, lunga 31 metri, è stata progettata per essere utilizzata in futuro come un yacht di lusso, subito dopo la fine del tentativo di record.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →