Voynich misterioso testo antico che ha sconfitto generazioni di traduttori umani potrebbe essere stato decifrato

Il manoscritto Voynich è famoso per essere indecifrabile, il testo di 240 pagine è scritto in una lingua sconosciuta, in uno script sconosciuto, codificato da un codice sconosciuto. E’ un enigma senza via di scampo, persino i crittografi di Bletchley Park, famosi per aver infranto il codice Enigma usato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale, non potevano fare progressi. Ora, Greg Kondrak, scienziato informatico nel laboratorio d’intelligenza artificiale dell’Università di Alberta, lo stesso dietro al sistema DeepStack che l’anno scorso ha battuto i giocatori professionisti di poker, ha dichiarato di aver iniziato a decifrarlo:
«Una volta visto, scoperto il mistero, questa è una naturale tendenza umana a risolvere il puzzle. Ero incuriosito, pensavo di poter contribuire con qualcosa di nuovo. Il primo passo è stato quello di capire il linguaggio. Gli algoritmi statistici che ho progettato insieme ai miei collaboratori hanno dimostrato un’accuratezza del 97 percento nel tradurre la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite (in 380 lingue). Lo stesso processo, applicato al manoscritto Voynich, suggeriva che la lingua fosse l’ebraico. Per quanto riguarda il codice, riteniamo che le lettere di ogni singola parola siano state mescolate e le vocali eliminate.
La prima frase completa del manoscritto secondo gli algoritmi dice: “Lei ha formulato raccomandazioni al sacerdote, all’uomo di casa, a me e alle persone”.
Il testo include parole come “contadino”, “luce”, “aria” e “fuoco”».
La datazione al carbonio colloca la creazione del manoscritto intorno agli inizi del XV secolo. Gli esperti hanno cercato di decifrarlo dal 1912. Il manoscritto Voynich deve il suo nome a Wilfrid Voynich, un mercante di libri rari di origini polacche, naturalizzato inglese, che lo acquistò dal collegio gesuita di Villa Mondragone, nei pressi di Frascati, nel 1912.
Greg Kondrak ha aggiunto:
«Il manoscritto di Voynich è così speciale da formare una devota comunità di aspiranti traduttori, scettici verso il mondo esterno. Il nostro lavoro è stato accolto tiepidamente, non credo che siano amichevoli a questo tipo di ricerca. La gente può temere che i computer li sostituiscano.
Tuttavia mentre la capacità dell’intelligenza artificiale di tradurre messaggi codificati senza supervisione avanza esponenzialmente, la complessità del manoscritto Voynich richiede ancora un complementare traduttore umano, qualcuno con una conoscenza molto buona dell’ebraico, allo stesso tempo uno storico che potrebbe seguire questo tipo d’indizio, per arrivare un giorno a decifrare tutto il manoscritto di Voynich».

Il misterioso manoscritto Voynich è stato finalmente decifrato, è una guida per la salute delle donne
Nicholas Gibbs ricercatore di storia e autore televisivo sembra aver violato il codice, scoprendo che il libro in realtà è una guida per la salute delle donne, per lo più plagiato da altre guide dell’epoca.
Nicholas Gibbs sul Times Literary Supplement ha scritto che tre anni fa era stato incaricato da una rete televisiva di analizzare il manoscritto Voynich. Poiché il manoscritto è stato interamente digitalizzato dalla Beinecke Library di Yale, a suo piacimento ha potuto vedere anche piccoli dettagli in ogni pagina (vedi).
La sua esperienza con il latino medievale e la familiarità con le antiche guide mediche gli permisero di scoprire i primi indizi. Ora dopo aver osservato il codice per un po’, si è reso conto che stava vedendo una forma comune di abbreviazioni latine medievali, spesso usata nei trattati medici sulle erbe.
E’ emerso “Dall’erbario incorporato nel manoscritto Voynich“, un modello standard di abbreviazioni, corrispondono al modello standard di parole usate nell’Herbarium Apuleius Platonicus – aq = aqua (acqua), dq = decoque / decoctio (decotto), con = confundo (mix), ris = radacis / radix (radice), s aiij = seminis ana iij (3 grani ciascuno), ecc. Ciò non è per niente un codice, è solo una scorciatoia. Il testo sarebbe stato molto familiare a chiunque in quel momento fosse interessato alla medicina.
Nicholas Gibbs ha detto:
«L’ulteriore studio delle erbe e delle immagini nel libro mi ha ricordato altri testi medici latini, quando ho consultato i Puteolani di Trotula e De Balneis, due libri medici latini medievali comunemente copiati, mi sono reso conto che molti dei testi e delle immagini del “Voynich Manuscript” erano stati plagiati direttamente da loro, a loro volta, furono copiati in parte da testi latini antichi di Galeno, Plinio e Ippocrate.
Era molto comune per gli scribi durante il Medioevo, riprodurre vecchi testi per preservare la loro conoscenza, non c’erano regole formali sul copyright e la paternità, in effetti, i libri erano rari, quindi nessuno si lamentava.
Capire che il manoscritto di Voynich era un manuale medico, mi ha aiutato a “leggere” le strane immagini in esso contenute. Le immagini di piante riferite a medicine a base di erbe e tutte le immagini di donne a bagnarsi l’hanno indicato come un manuale ginecologico. I bagni spesso erano prescritti come medicine, i romani erano particolarmente affezionati all’idea che un bel tuffo potesse curare tutti i mali. Sono state incluse le mappe dello zodiaco perché i medici antichi e medievali ritenevano che certe cure funzionassero meglio sotto specifici segni astrologici.
Ho identificato perfino un’immagine, copiata, naturalmente, da un altro manoscritto: donne nei bagni che tenevano calamite a forma di ciambella, anche allora, la gente credeva nella pseudoscienza dei magneti.
Il manoscritto Voynich in modo affidabile è stato datato a pochi decenni prima dell’invenzione del torchio tipografico, quindi è probabile che la sua particolare miscela di raccolta e plagio dei contenuti fosse un aspetto in declino. Le persone che potevano riprodurre diverse copie dell’originale Trotula o De Balneis Puteolanis con un torchio tipografico, non avrebbero avuto bisogno che gli scribi raccogliessero accuratamente le informazioni in un nuovo volume scritto a mano.
E’ probabile che il manoscritto Voynich fosse un libro personalizzato, forse creato per una persona, dedicato principalmente alla medicina femminile».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento