Meraviglie della natura, pattinare sul lago ghiacciato (video)

In Svezia pattinare sul ghiaccio è uno degli sport preferiti, molti fortunati svedesi non si limitano a pattinare su una pista al coperto, hanno la possibilità di usufruire di doni della natura e andare a pattinare sulla superficie ghiacciata del lago Blanktjärn vicino a Östersund in Jämtlandsul Blanktjärn.
La coppia Jonas Landmark e Karin Bäckborns, il 20 novembre 2014 accompagnati dai loro due cani Trissa e Vilma, hanno fatto un giro sul lago ghiacciato, documentato da questo bellissimo video.

Pattinaggio sul lago ghiacciato di Blanktjärn video
Jonas Landumark ha detto:
«E’ stato bello pattinare sulla superficie di oltre 10 centimetri di ghiaccio trasparente del bellissimo lago e vedere nuotare i pesci sotto di noi».
I due giovani sono abbastanza esperti di laghi ghiacciati, prendono sempre le dovute precauzioni e prestano la massima attenzione. Ecco alcuni consigli.

Sicurezza sui laghi ghiacciati
Il lago ghiacciato anche se può essere divertente per pattinare o pescare non è mai sicuro, la resistenza del ghiaccio il suo spessore dipende da vari fattori, come la temperatura giornaliera, la profondità e la chimica dell’acqua, le correnti e la distribuzione del carico sul ghiaccio.
E’ impossibile valulare lo spessore del ghiaccio solo dal suo aspetto, per la sopravvivenza bisogna procedere con cautela e seguire questi suggerimenti:
– siate pronti per qualsiasi evenienza, anche quella di finire in acqua ghiacciata. Portate con voi una lunga asta di metallo o legno con la punta di metallo, possono essere utilizzati per testare la consistenza del ghiaccio. Esistono molte varianti, alcune con piccoli arpioni di sicurezza per fornire in caso di caduta la presa e trazione necessaria per risalire dal ghiaccio;
– non avventurarsi da soli, andare sempre con qualcuno;
– indossare sempre un giubbotto di salvataggio;
– non utilizzare una vettura sul ghiaccio, il 68% delle 117 vittime che si sono verificate in Minnesota negli ultimi 40 anni ha coinvolto un veicolo;
– essere consapevole di crepe o fessure nel ghiaccio. Essere molto cauti nell’attraversare il ghiaccio vicino alle foci dei fiumi, al terreno, in queste zone le correnti possono rendere il ghiaccio più sottile;
– portare le corde, possono essere lanciate per soccorrere e aiutare chi è caduto nel ghiaccio;
– mantenere la calma se si cade nel ghiaccio. Evitare di agitarsi per non sprecare energie. Cercate di mantenere la testa e il viso sopra l’acqua.
Il corpo reagirà alla caduta in acqua con il “colpo di freddo”, una condizione caratterizzata da iperventilazione, involontaria ansimazione e reazioni interne, tra cui l’ipertensione (pressione alta) e di variazioni nella frequenza cardiaca. Non avete tempo di uscire dal ghiaccio. Molte persone possono resistere 2-5 minuti in acqua ghiacciata prima che la forza e la coordinazione siano compromesse. Provare a normalizzare la respirazione per essere sicuri di ottenere abbastanza ossigeno per reagire e raggiungere il punto di sicurezza. Concentratevi a respirare lentamente e costantemente. Provare a tirare fuori i piedi ancorandoli sul bordo più forte del ghiaccio. Stendersi per distribuire il peso del corpo, strisciare con le mani e le ginocchia per allontanarsi dalla buca in cui si è sprofondati, solo allora è possibile alzarsi e camminare per raggiungere il punto di sicurezza per asciugarsi e riscaldarsi».
Trascorrere del tempo su un lago ghiacciato può essere divertente, ma è anche rischioso. Sapere come reagire in una situazione di emergenza può solo salvare la vita.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento