Membrana in nanofibra elettrofilata trasforma l’acqua di mare in acqua dolce

Il team di ricercatori coreani ha realizzato una membrana che in pochi minuti è in grado di trasformare l’acqua di mare salata in acqua dolce. La membrana ha bloccato il 99,99% di sale nel corso di un mese di utilizzo, offrendo un promettente assaggio di un nuovo strumento per mitigare la crisi dell’acqua potabile.
L’acqua dolce è diventata una risorsa sempre più preziosa, un rapporto del 2018 ha avvertito che un quarto della popolazione mondiale vive in aree soggette a stress idrico. La crisi climatica sta peggiorando la situazione causando il deflusso anticipato dei luoghi che per l’acqua dipendono dal manto nevoso.
La nuova ricerca pubblicata nella rivista Journal for Membrane Science evidenzia un modo unico per desalinizzare l’acqua. Il team ha progettato una membrana in nanofibra (un ottimo schermo di elementi estremamente piccoli) che, secondo loro, in pochi minuti potrebbe trasformare l’acqua di mare in acqua potabile.
La membrana in nanofibra funziona come dovrebbe funzionare qualsiasi buona membrana, lascia passare elementi specifici impedendo ad altri di farlo. L’acqua in questo caso attraversa la membrana, mentre il sale è trattenuto. La membrana è stata realizzata utilizzando l’elettrofilatura, riduce al minimo la quantità di bagnatura che subisce la membrana, quando si tratta di filtrare l’acqua, la bagnatura crea problemi: se i pori di una membrana si allagano, la membrana cessa di agire come filtro. Vista al microscopio elettronico, questa membrana sembra essere composta da sottili fili di zucchero filato, ma lungi dall’essere assorbente, la membrana è idrofoba, difficilmente consente alcuna bagnatura.
Yunchul Woo, scienziato dei materiali presso il Korea Institute of Civil Engineering and Building Technology, autore principale dello studio sulla membrana, ha detto:
«La membrana in nanofibra elettrofilata coassiale ha un forte potenziale per il trattamento delle soluzioni di acqua di mare senza soffrire di problemi di bagnatura, potrebbe essere la membrana appropriata per applicazioni di distillazione a membrana su scala pilota e su scala reale».
Team di ricercatori in passato avevano usato per soli due giorni lo stesso tipo di membrana. La recente ricerca ha bloccato il sale per un periodo di 30 giorni.
Esistono altri mezzi per convertire l’acqua salata in acqua dolce, vale a dire gli impianti di desalinizzazione, ma quegli impianti producono anche tonnellate di rifiuti nocivi, riducendo l’impatto di una tecnologia così utile. I ricercatori recentemente hanno anche presentato una nuova tecnologia per ricavare l’acqua dal nulla. Resta da vedere se questi nuovi metodi possono essere ampliati.
I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (in acronimo CDC), importante organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America, ha evidenziato che quasi 900 milioni di persone non hanno una fonte pulita di acqua potabile e 2,2 miliardi hanno bisogno di accedere ad acqua potabile gestita in modo sicuro. Già questo rende prioritario il miglioramento dell’accesso all’acqua, ma mentre il mondo si riscalda e si asciuga, mentre la popolazione cresce, è chiaro che avremo bisogno di tutto l’aiuto possibile.

,

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →