McDonald’s sta testando McVegan un hamburger vegano

In tutto il mondo, è in aumento il numero di vegetariani e vegani. In passato era considerata una scelta eccentrica, oggi il 13% degli americani dice di essere vegetariano o vegano, con i giovani più propensi a sostenere tale posizione rispetto alle vecchie generazioni.
Tuttavia, nonostante queste statistiche, può essere difficile per un vegetariano o vegano trovare scelte alimentari alternative nei popolari ristoranti e fast food. Molti vegetariani senza possibilità di scelta, conoscono le difficoltà di consumare cibi senza carne.
McDonald’s per superare questo problema ha creato un nuovo piatto attualmente in prova: il McVegan. L’hamburger di soia con condimenti relativamente standard, al momento può essere trovato solo in poche località in Finlandia. La sessione di prova durerà solo fino a metà novembre, quindi se si sente davvero il bisogno di mangiare questo hamburger potrebbe essere necessario prenotare un volo aereo. Se il test avrà successo, è probabile che più locali nel mondo includeranno il McVegan nella loro offerta.
Il feedback attuale è positivo, confermato da un direttore marketing di McDonald’s, ha detto:
«Il rapido riscontro online verificato l’altro giorno e ieri è stato positivo (le immagini Instagram dei clienti sembrano avvalorare la sua affermazione), ai clienti che vogliono più di un hamburger, assicuriamo che anche le patatine sono vegane, fritte nell’olio vegetale».
E’ bene ricordare che alcuni anni fa è scoppiato un putiferio dopo la scoperta che per decenni, McDonald’s ha cotto le sue patatine fritte in una miscela di circa il 7 per cento di semi di cotone e il 93 per cento di grasso di manzo.
McDonald’s nel 1990 per la sua catena McDonald’s Deluxe aveva già provato a lanciare un hamburger alle alghe, commercializzato insieme a una serie di raffinati sandwich e panini, introdotti con l’intento di catturare il mercato dei consumi fast food per il palato degli adulti. Operazione fallita, interrotta il 18 agosto del 2000.
Il nuovo hamburger McVegan, tuttavia, è un segno di quanto il vegetarianismo e il veganismo siano arrivati nella nostra società. L’aumento delle diete senza carne negli ultimi anni è stato abbastanza rapido, con il mercato degli alimenti vegetariani raddoppiato in un periodo di cinque anni. Oggi mentre più del 10% degli americani evita la carne (nel 1972 era solo l’1%), considerato il famoso amore americano per la carne, questo è un notevole cambiamento avvenuto in una sola generazione.
Il test del McVegan avrà successo? Forse, ma sopra di tutto, è un segno del cambiamento dei modelli di consumo, basati non solo sul gusto, ma anche sull’etica del cibo. Il successo dell’hamburger McVegan potrebbe rappresentare una pietra miliare nello sviluppo della dieta vegetariana.