Sea of Hull di Spencer Tunick con 3.200 persone nude dipinte di blu, tutto in nome dell’arte (video)

L’installazione Mare di Hull (Sea of Hull) dell’artista Spencer Tunick noto per i suoi “nudi collettivi“, ha fatto notizia positiva in ogni angolo del globo. Le immagini mozzafiato di migliaia di corpi nudi dipinti di blu nelle strade di Hull hanno posto la città inglese sotto i riflettori dei media nel Regno Unito, Irlanda, Francia, Belgio, Germania, Cina, India, Malesia, Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Ghana e anche più lontano attraverso il social media.
Spencer Tunick intervistato nel 2016 ha detto:
«L’installazione Mare di Hull è uno dei più fantastici progetti che abbia mai fatto, è stato appassionante poter intrecciare il patrimonio marittimo della città con lo scenario urbano. E’ stato bello vedere la gente di tutte le taglie completamente dipinte in quattro diverse tonalità di blu, passeggiare per le strade di una città che ammiro. Non vedo l’ora nella primavera del 2017 di vedere l’esposizione della mia opera finale fatta qui a Hull».

In queste ore è stato reso pubblico il video Sea of Hull.

Hull Città Inglese della Cultura 2017
Hull è la città dove è nato William Wilberforce, un uomo che ha lottato contro la schiavitù diffusa nell’Impero Britannico. Nel centro di Hull si trova una particolarità impossibile da incontrare in altre parti del Regno Unito, una cabina telefonica dorata. A Hull bisogna visitare la Ferens Art Gallery, ospita importanti opere d’arte contemporanea, talvolta allestisce mostre dei quadri di Andy Warhol o Leonardo Da Vinci.
Mare di Hull di Spencer Tunick è stato commissionato dalla Ferens Art Gallery per celebrare la nomina della città a capitale britannica della cultura del 2017. I visitatori della Ferens Art Gallery da sabato 22 aprile a domenica 13 agosto 2017 possono gustare con i loro occhi la mostra chiamata Skin (pelle), racchiude importanti opere di Lucian Freud, Ron Mueck, Edouard Manet e Spencer Tunick.