Madonna indossa la crudeltà, non imitarla

Un cappotto come quello che sfoggia Madonna (v. foto), costa tanti dollari (35.000), e tante vite (60) di piccole creature come i cincillà. Animali che vengono uccisi brutalmente con scariche elettriche che non sempre sono efficaci (il cuore, non si arresta completamente e può tornare a battere), il più delle volte muoiono dopo atroci sofferenze. Poi, non ha importanza se la scarica elettrica li ha uccisi o meno, vengono scuoiati.
La sfortuna dei cincillà è che la loro pelliccia è considerata come la più morbida nel mondo, più morbida di quella della leggendaria antilope tibetana che viene uccisa per il suo sottopelo, utilizzato per creare i costosissimi scialli di lana "Shanhtoosh" (l’India, ha messo al bando i scialli "Shahtoosh" per salvare l’antilope tibetana, una specie in via di estinzione).
La pelliccia del cincillà è 30 volte più fine e più flessibile dei capelli umani, la relativa morbidezza è dovuta ai copiosi olii naturali che secerne l’animale. Poiché i peli sono così folti (un quarto di milione di peli per centimetro quadrato) e così oleosi, per i cincillà, mantenerli puliti, è una battaglia quotidiana che li impegna in bagni giornalieri nella cenere vulcanica e la sabbia, per rimuovere l’umidità, residui oleosi e la sporcizia.
Ogni follicolo di cincillà produce 50-80 peli (il follicolo umano ne produce solo uno), anche se il cincillà ha problemi per mantenere la pelliccia pulita, non ha difficoltà con i parassiti: le pulci, zecche, ecc., non possono vivere nella pelliccia del cincillà perché soffocherebbero. 
Purtroppo, i cincillà, non possono far nulla contro la crudeltà dei parassiti umani.
Liberamente tradotto da DailyMail
Inchiesta Peta sull’allevamento di cincillà da pelliccia.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

10 thoughts on “Madonna indossa la crudeltà, non imitarla

  1. Ciao caro amicone mio,questa signora che gira con questi poveri animali,io dico che i soldi non sa come sperperarli,e poi ci dicono di difendere la natura quando le prime persone famose la stanno elimanando e poi mi chido famosa o …………………… a voi la scelta :>( ti lascio un saluto di una buona nottata :>) olive dolci.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  2. ciao, Patti. Un saluto di gran fretta. Non so se son passati da te amici miei, quelli che possono esser arrivati da te tramite me, solo attraverso i link del mio blog. Ormai non scrivo quasi più, sul blog perché ho un forum di scrittura su FFZ… e mi prende via tutto il tempo. Spero che questi miei amici siano stati comunque gentili con te, altrimenti li appendo tutti … all’albero di natale con una lucina intermittente in bocca! 😀

    salutissimi,

    Ipanema

  3. mah, questa passione per pelurie posticce (perchè tali son le pellicce) proprio fa strage…

  4. La signora non aveva già abbastanza peli di suo? Eppure a vedere le sue foto in primo piano avrei giurato di sì!

  5. A me tutto questo buonismo fa venire la nausea. Ma voi la carne non la mangiate? Portate solo scarpe da ginnastica? Personalmente trovo quella pelliccia un’opera d’arte. Brava Madonna.

Lascia un commento