Louis van Gaal, allenamenti intensi e doppie sedute per i giocatori del Manchester United

Le stelle del Manchester United rispetto al passato in allenamento durante la preparazione estiva hanno lavorato duramente con il nuovo allenatore Louis van Gaal. Il feroce desiderio dell’allenatore olandese su base giornaliera è di far correre velocemente i vari Wayne Rooney, Robin van Persie, Juan Mata e Co.
Louis Van Gaal tra i vari sistemi che utilizza per ottenere un cambiamento fondamentale all’Old Trafford, c’è quello che si rifà al metodo Coever. Il metodo è nato negli anni ’70 quando l’allenatore dell’Olanda, Wiel Coerver, puntò a migliorare l’abilità del calcio individuale e a sviluppare dei giocatori che fossero più efficaci nella fase offensiva, creando un nuovo modo di insegnare la pratica del calcio, ed è stato adottato da molti famosi giocatori e allenatori a livello internazionale.
La metodologia si fonda sui sei elementi della “piramide di sviluppo del giocatore”, che sono:
– ball mastery (dominio della palla), 1 giocatore 1 pallone. Ripetizione di esercizi sul controllo di palla con entrambi i piedi;
– receiving/passing (ricezione / passaggio), esercizi e giochi per migliorare il primo controllo, così importante a tutti i livelli, e per incoraggiare passaggi accurati e creativi;
– moves 1 V 1 (le finte), esercizi e giochi che insegnano finte per vincere duelli individuali e per creare spazio contro i pacchetti difensivi;
– speed (velocità), esercizi e giochi per migliorare agilità, accelerazione e potenza con e senza il pallone;
– finishing (le conclusioni), esercizi e giochi per migliorare la tecnica e incoraggiare il gioco istintivo finalizzato a realizzare una rete;
– group attack (attacco di gruppo), esercizi e giochi per migliorare il gioco in piccoli gruppi con una particolare attenzione alle ripartenze veloci in fase d’attacco.

Louis Van Gaal ha parlato ai suoi giocatori di come intende la gestione e reazione quando sono in possesso di palla, per questo sottoponendoli a esercizi ripetitivi, si augura che possano utilizzare meglio il possesso della palla prendendo decisioni migliori in perfetto automatismo.
Il nuovo allenatore del Manchester United ha mostrato anche di essere un innamorato delle doppie sedute di allenamento, per cercare di cambiare velocemente i pensieri e gli istinti dei suoi giocatori, durante il tour estivo in America ha chiesto alla squadra di allenarsi regolarmente due volte il giorno. Ora non è insolito per i giocatori impegnati nella Premier League, allenarsi fino alla tarda mattinata, restare nel centro sportivo di Carrington, riposare e poi continuare gli allenamenti pomeridiani.
Louis Van Gaal a differenza di molti suoi colleghi che temono infortuni è l’allenatore che in allenamento due giorni prima della partita ufficiale fa disputare ai giocatori, undici contro undici una partita vera di 45 minuti. Ciò è necessario per l’intensità di gioco e mira a preparare i giocatori mentalmente e fisicamente per scendere in campo quarantotto ore dopo. L’allenatore olandese è sorprendentemente aperto a chiarire problemi d’infortuni e preparazione. La maggior parte degli allenatori nasconde eventuali problemi d’indisponibilità dei giocatori per non favorire i rivali. Louis Van Gaal non lo fa, ma l’ex allenatore del Barcellona e Bayern Monaco è ossessivamente riservato sugli esercizi d’addestramento, consente solo alle riserve e altri collaboratori di stare a ridosso del campo quando è impegnato con la prima squadra. A tutto il resto del personale del centro è chiesto di stare lontano dal campo in modo che Van Gaal possa lavorare privatamente con i suoi giocatori prima di consegnargli i dvd delle loro prestazioni da analizzare in seguito con lo staff e anche a casa nel loro tempo libero.
Van Persie – ha giocato con Louis Van Gaal per due anni per la nazionale olandese – ha detto:
«Alcune delle sessioni d’allenamento sono incredibili con i giocatori concentrati in ogni singolo minuto. Louis Van Gaal sta andando alla grande, ha inculcare la sua filosofia a molti nuovi giocatori. Sono convinto che faremo quello che vuole. E’ molto esigente, ma in senso buono».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento