L’omofobia riduce l’aspettativa di vita

L‘omofobia è la paura e l’avversione irrazionale nei confronti dell’omosessualità e di persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (LGBT), basata sul pregiudizio. L’Unione Europea la considera analoga al razzismo, alla xenofobia, all’antisemitismo e al sessismo. Con il termine “omofobia” quindi s’indica generalmente un insieme di sentimenti, pensieri e comportamenti avversi all’omosessualità o alle persone omosessuali.

La paura o pregiudizio contro gli omosessuali danneggia la salute
Un recente studio della Columbia University tra gli eterosessuali negli Stati Uniti ha evidenziato che l’omofobia può ridurre l’aspettativa di vita di una persona fino a due anni e mezzo. I ricercatori nell’American Journal of Public Health, hanno scritto:
«Abbiamo trovato la prova che il pregiudizio contro gli omosessuali è associato a un aumentato rischio di mortalità negli eterosessuali, in particolare, l’aspettativa di vita delle persone con pregiudizi contro gli omosessuali è inferiore di due anni e mezzo rispetto alle persone senza pregiudizi».

I pregiudizi aumentano il livello di stress
Lo studio riporta che le persone con forti inclinazioni omofobiche hanno un più alto livello di stress che può causare problemi di cuore e altre malattie. L’alto livello di stress a sua volta porta a malsane conseguenze come l’errata dieta, l’obesità, il fumo e l’abuso di alcool.
Lo studio è stato condotto tra 20.226 eterosessuali negli Stati Uniti.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento