Lo stato di salute segnalato dal colore della tua urina

I medici richiedono un test delle urine per diagnosticare e trattare una serie di condizioni tra cui disturbi renali, problemi al fegato, diabete e infezioni. L’analisi delle urine è anche utilizzata per sottoporre a screening le persone per l’uso di droghe illecite e per verificare se una donna è incinta.
L’urina può essere testata per particolari proteine, zuccheri, ormoni o altre sostanze chimiche, alcuni batteri e la sua acidità o alcalinità.
Il colore e l’odore dell’urina possono fornire utili informazioni al medico, ad esempio l’urina scura potrebbe essere un segno di disidratazione; un aspetto torbido può suggerire un’infezione; se l’urina è di colore rossastro, potrebbe esserci del sangue; un’urina dall’odore dolce può essere un segno di diabete.

Ho un’infezione?
Il motivo più comune per analizzare l’urina è identificare un’infezione batterica nel tratto urinario, il sistema di drenaggio del corpo per rimuovere l’urina. Le infezioni del tratto urinario sono particolarmente comuni nelle donne, con un impatto di quasi il 50% nel corso della loro vita.
I test delle urine dicono se c’è un’infezione, possono identificare l’agente colpevole. Ciò aiuta il medico a conoscere il modo migliore per trattare l’infezione, compresa la prescrizione del giusto tipo di antibiotico cui quel particolare microrganismo è sensibile.
Il proprio medico può utilizzare il test rapido delle urine con l’astina o striscia, prevede l’immersione di una striscia di plastica o di carta trattata in un campione di urina raccolto in un recipiente di plastica sterile. Il medico confronta il colore della striscia reattiva con un grafico di colori standard. Se il test della striscia è positivo per i globuli bianchi (leucociti), sangue e / o sostanze chimiche chiamate nitriti, è probabile che ci sia l’infezione.
Il medico in seguito invia un campione di urina al laboratorio per ulteriori test. Lì, un tecnico di laboratorio può vederlo al microscopio per cercare batteri e cellule. Se il numero di globuli bianchi è superiore al livello di base, o se sono identificati gli organismi (e il paziente ha sintomi), è molto probabile l’infezione. Ulteriori test in laboratorio consistono nel coltivare i batteri dell’urina e testare diversi antibiotici per vedere quello più efficace.
Il modo in cui è gestito il campione di urina in ospedale può essere diverso. Gli ospedali più grandi hanno un laboratorio sul posto, i pazienti di solito attendono nel reparto i risultati della valutazione microscopica del laboratorio. I medici iniziano quindi il trattamento con questa informazione extra.
I pazienti inviati a casa dal pronto soccorso dovranno comunque consultare il loro medico di famiglia per i risultati finali di laboratorio, come la sensibilità agli antibiotici; i pazienti ricoverati in ospedale inizieranno a ricevere il trattamento, può essere modificato una volta che questi risultati sono noti.

I campioni sterili sono vitali
Il campione di urina per la validità deve essere sterile (senza contaminazione). Ottenere un campione sterile in ospedale, potrebbe comportare l’inserimento di un catetere (un tubo che raccoglie l’urina dalla vescica) o un ago nella vescica (aspirazione sovrapubica).
Il metodo più comune è chiedere al paziente un campione di urina a flusso medio (noto anche come campione di urina pulita), è quando nella toielette si urina la prima parte del flusso, poi si  raccoglie la parte centrale del flusso in un contenitore sterile, quindi si svuota il resto della vescica nella toilette.
L’idea è che la prima urina scartata elimini dal pene o dalla vagina i batteri o le cellule della pelle, lasciando il campione a flusso medio come un campione veramente rappresentativo da analizzare.

Le istruzioni spesso sono vaghe
Molti pazienti ricorderanno di aver fornito un campione di urina senza un’adeguata spiegazione su come farlo. Hanno ricevuto un contenitore per campioni è l’indicazione per andare alla toilette
I pazienti senza la dovuta informazione oltre a non sapere come preparare i loro genitali esterni (per le donne di tratta di separare le labbra della vagina; per gli uomini comporta la retrazione del prepuzio), potrebbero non essere informati su come fornire il campione, di conseguenza, non lavando le mani possono contaminare il contenitore e il suo coperchio. Il loro campione spesso contiene il primo flusso dell’urina, piuttosto che l’urina a flusso medio. In questi casi, ciò che effettivamente entra nel campione da analizzare sono i contaminanti come le cellule e batteri delle mani o quelli della parte inferiore del tratto urinario e dei genitali.
Sfortunatamente per le donne, la loro anatomia ha maggiori probabilità di provocare questo tipo di contaminazione perché svuotano l’urina dall’uretra attraverso una parte della vagina, mentre gli uomini più spesso svuotano direttamente nel contenitore.

Perché un campione privo di contaminanti è importante?
Il campione contaminato comporta varie conseguenze, il laboratorio segnalerà la contaminazione consigliando al medico di occuparsi dell’interpretazione dei risultati. Tuttavia, un campione contaminato può produrre una diagnosi errata, un trattamento sbagliato o non necessario. Probabilmente sarà necessario il prelievo di un nuovo campione. Ciò causa ritardi nella diagnosi e nel trattamento, potenziale ansia per il paziente e costi aggiuntivi. Cleveland Clinic riporta:
«E’ emerso nel nostro ospedale – dipartimento di emergenza ogni mese raccoglie più di 1.000 campioni a flusso medio -, che i campioni delle donne sono contaminati oltre il 40% delle volte. Recentemente su come raccogliere i campioni, abbiamo fornito istruzioni visive sotto forma di animazioni. Abbiamo prestato particolare attenzione al lavaggio delle mani e alla tecnica di raccolta dell’urina. Il numero di campioni contaminati è stato ridotto del 15%. Ciò potrebbe potenzialmente ogni mese far risparmiare fino a 150 ripetizioni dell’esame dell’urina, per questo tali istruzioni ora sono fornite a tutti i pazienti del pronto soccorso.
Se non si è sicuri su come prelevare un campione sterile, chiedere maggiori informazioni al proprio medico o infermiere. Può farti risparmiare tempo, disagio e preoccupazione di tornare per lasciare un altro campione.

Il colore dell’urina
L’urina umana sin dagli albori della medicina è stata strumento utile di diagnosi. Il colore dell’urina, la densità e l’odore possono rivelare problemi di salute. Ecco per iniziare, alcune informazioni sullo stato di salute che puoi ottenere osservando la tonalità del colore dell’urina.

L’urina (vedi Infografica Cleveland Clinic) può avere una varietà di colori, ecco ciò che indicano:
– colore trasparente: stai bevendo molta acqua. Si consiglia di ridurre;
– colore paglierino chiaro: sei normale, sano e ben idratato;
– colore giallo trasparente: sei normale;
– colore ambra o miele: il tuo corpo non riceve abbastanza acqua. Bere più acqua;
– colore arancione: indica carenza di acqua, un problema di fegato o una condizione medica al dotto biliare. Oppure potrebbe essere un colorante alimentare. Informare il medico;
– colore sciroppo o birra bruna: può dipendere da una malattia del fegato, oppure una grave disidratazione. Bere acqua naturale, se persiste informare il medico;
– colore da rosa a rossastro: recentemente avete mangiato barbabietole, mirtilli o rabarbaro? In caso contrario, si può avere sangue nell’urina. Potrebbe non essere niente, oppure un segno di malattia renale, tumori, infezione nel tratto urinario, problemi alla prostata o qualcosa del genere. Forse anche avvelenamento da piombo o mercurio. Informare il medico;
– colore blu o verde: potrebbe dipendere da una rara malattia generica, da batteri che possono infettare il tratto urinario, un farmaco, oppure da un colorante alimentare nel cibo che hai mangiato. Consultare il medico;
– colore viola: nessuna segnalazione di urina con questo colore;
urina schiumosa: potrebbe indicare eccesso di proteine nella dieta o un problema renale. Consultare il medico;
– colore giallo scuro: normale, ma bere più di acqua.

Influenze esterne
Stai prendendo qualcosa? Il colore dell’urina può diventare più scuro con l’assunzione di alcuni farmaci, lassativi, chemioterapici e coloranti medici per diagnosticare le infezioni del tratto urinario.

Il mondo invisibile delle urine
Osservare l’urina con appropriata analisi può dire molto, il sangue nell’urina spesso invisibile a occhio nudo è un segno serio. Il livello di zuccheri nelle urine può indicare un rischio di diabete. L’esame dell’urina è una delle cose migliori che puoi fare per la tua salute.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →