L’Indonesia propone di sostituire i dipendenti pubblici con l’intelligenza artificiale

Il presidente indonesiano Joko Widodo nel tentativo di ridurre la burocrazia che ostacola gli investimenti, ha ordinato alle agenzie governative di rimuovere nel 2020 due tipologie di dipendenti pubblici e di sostituire i loro ruoli con l’intelligenza artificiale.
Il presidente, il cui nuovo mandato quinquennale è iniziato il mese scorso dopo aver vinto le elezioni di aprile, ha affermato:
«L’Indonesia dovrebbe passare alla produzione di fascia più alta, come i veicoli elettrici, e utilizzare materie prime come il carbone e la bauxite in tali settori, non solo le esportazioni. La trasformazione di questo tipo richiederebbe investimenti esteri, migliorerà gli affari stabilendo dozzine di regole sovrapposte e tagliando la burocrazia».
Joko Widodo per ridurre la burocrazia ha detto che l’anno prossimo gli attuali quattro livelli principali nelle agenzie governative saranno ridotti a due:
«Il piano dovrà essere approvato dal Parlamento. La nostra burocrazia sarà più veloce, ho ordinato al mio ministro di riforma amministrativa e burocratica di sostituirli con l’intelligenza artificiale».
Joko Widodo non ha fornito ulteriori dettagli, comprese indicazioni su quali ruoli specifici sarebbero stati rimossi o come la tecnologia sarebbe stata utilizzata. Il Ministro delle Finanze Sri Mulyani Indrawati ha comunicato che il governo il prossimo mese consegnerà al Parlamento una legge sulle riforme fiscali e un’altra legge sulle questioni del lavoro.
I partiti politici della coalizione di governo di Joko Widodo controllano il 74% dei seggi del Parlamento, rendendo facile per la sua amministrazione di far passare la legislazione. Joko Widodo in un contesto di rallentamento dell’economia globale con obiettivo di crescita del 5,3%, ha ribadito che quest’anno l’economia indonesiana crescerebbe del 5,04-5,05%.

Intelligenza artificiale, automazione e posti di lavoro
Il piano del governo indonesiano fa temere che l’IA e l’automazione sostituiranno sempre più i posti di lavoro in tutto il mondo, anche quelli a livelli più alti che in genere implicano molte decisioni.
La ricerca dell’Ufficio per le statistiche nazionali del Regno Unito all’inizio di quest’anno ha scoperto che in futuro le occupazioni amministrative nel governo hanno circa il 51% di possibilità di essere automatizzate. Sebbene queste professioni non siano tanto a rischio quanto i ruoli meno qualificati come i camerieri (73%), il personale del bar (71%) e scaffalisti (72%), è molto più probabile che siano automatizzati rispetto ai medici (18%) e insegnanti (21%).
La società di contabilità PWC nel 2017 ha pubblicato un rapporto in cui avvertiva che l’intelligenza artificiale potrebbe portare a uno scenario da “incubo” in cui ampie fasce della popolazione attiva perdono improvvisamente il lavoro man mano che la tecnologia raggiunge la redditività finanziaria.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →