L’app che permette ai cellulari la funzione torcia elettrica, denunciata per divulgare a terzi la posizione degli utenti

La Federal Trade Commission (FTC è un’agenzia federale statunitense, a difesa dei consumatori), al contrario di molti, ha una visione fioca di una delle applicazioni mobili più popolari: ha scoperto che l’app Brightest Flashlight Free (permette al cellulare Android di utilizzare una funzionale torcia elettrica), ha ingannato i consumatori, a loro insaputa ha condiviso le loro informazioni di geolocalizzazione. L’app dal febbraio 2011 è stata scaricata da oltre cinquanta milioni di cellulari Android.
Jessica Rich, direttore del dipartimento della FTC di tutela dei consumatori, avvocato, esperta di privacy, protezione dei dati e d’identità, e le nuove tecnologie, ha detto:
«La società ha omesso di comunicare a milioni di utenti che hanno scaricato l’applicazione che la loro precisa posizione e l’identificativo univoco sarebbero stati raccolti e trasmessi a terzi, compresi gli inserzionisti. Il fatto che sulla privacy l’app Brightest Flashlight Free ha ingannevolmente omesso di informare i clienti che le loro informazioni erano state condivise non è l’unico problema. Il programma Android come abbiamo denunciato inizia a raccogliere e condividere le informazioni con terze parti ancor prima del consenso da parte degli utenti.
La GoldenShores Technologies sviluppatore dell’app, dopo la denuncia, come parte del patteggiamento con la FTC, ha accettato che non dovrà ingannare i clienti su come le loro informazioni sono raccolte e condivise. La società inoltre sarà tenuta a fornire agli utenti informazioni precise su quando, come e perché i loro dati di geolocalizzazione sono raccolti, condivisi e utilizzati. Il consenso espresso dall’utente deve essere fornito prima che l’app Brightest Flashlight Free inizia a raccogliere qualsiasi informazione. Inoltre, deve cancellare le informazioni personali dei consumatori raccolte fino ad oggi attraverso l’app Android.
I consumatori quando ricevano una vera scelta informata, possono decidere autonomamente se il beneficio di un servizio vale le informazioni che devono condividere per usarlo».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento