La statua di Harvey Weinstein “Casting Couch” debutta a Hollywood, qualche giorno prima della cerimonia degli Oscar (Foto)

Un artista di strada di origine britannica con sede a Los Angeles, a poche ore dalla cerimonia degli Oscar 2018 ha svelato una statua d’oro raffigurante un enorme Harvey Weinstein in vestaglia di raso seduto su un divano. La statua d’oro intitolata “Casting Couch” (in gergo è un divano sul quale si dice che un direttore del casting seduce le donne che cercano una parte in un film), è stata posta vicino al teatro di Hollywood dove gli Academy Awards si terranno domenica sera. Raffigura il produttore cinematografico caduto in disgrazia con una statuetta dell’Oscar in mano (vedi immagine).

Statua di Harvey Weinstein "Casting Couch"
Plastic Jesus l’artista che ha realizzato la statua a The Telegraph ha detto:
«Mi piace che il mio lavoro abbia più livelli, dallo shock iniziale, e poi a qualcosa un po’ più stimolante. La gente un anno fa avrebbe guardato Harvey Weinstein con ammirazione e pensato che fosse un simbolo di grandezza, ora si siede sul divano per farsi un selfie, e si ritrae inorridita da quanto sia grottesca. Penso che dica anche qualcosa su Hollywood. La maggior parte delle persone viene qua a caccia di un sogno, avrebbe voluto essere al suo fianco, ora capiscono che è solo schifoso».
Plastic Jesus è arrivato a Los Angeles nel 2007 per lavorare come giornalista. Ispirato e provocato da ciò che vide, divenne un artista di strada a tempo pieno, il suo lavoro ora è in vendita online e nelle gallerie.
La statua del Casting Couch segue l’apparizione a Los Angeles di cartelloni pubblicitari disegnati dall’artista di strada Sabo, ha accusato l’industria dell’intrattenimento di rimanere in silenzio riguardo alle molestie sessuali.
Plastic Jesus ha detto che la statua che raffigura Harvey Weinstein l’ha realizzata in due mesi con la collaborazione dell’artista Joshua “Ginger” Monroe. E’ stata finanziata tramite donazioni attraverso i loro siti web. I due artisti negli anni precedenti dipinsero Kanye West come Gesù; in risposta alla morte di Philip Seymour Hoffman, con la didascalia “Il segreto meglio custodito di Hollywood” produssero anche una statua degli Oscar che s’iniettava eroina.
Plastic Jesus e Joshua “Ginger” Monroe, sono stati responsabili anche della produzione di statue nude di Donald Trump apparse nel 2016 in varie città degli Stati Uniti prima che fosse eletto presidente. Plastic Jesus dopo l’elezione, ha installato una serie di cartelli con la scritta: “Lotto riservato per il futuro campo d’internamento. Firmato: Donald J. Trump”. Ha detto:
«Sono un artista guerrigliero, vado sempre in giro sperando di non essere preso. Sono in trattativa con una galleria per mettere in mostra la statua di Harvey Weinstein, insieme a un mio altro lavoro a tema sugli Oscar».
Harvey Weinstein è stato accusato da più di 70 donne per comportamenti sessuali scorretti, incluso lo stupro. Ha negato i rapporti sessuali non consensuali, ma ha ammesso comportamenti inappropriati.
Harvey Weinstein si trova di fronte a una marea di cause legali. La moglie ha chiesto il divorzio; l’anno scorso è stato espulso dall’Accademia degli Oscar e costretto alla riabilitazione presso una clinica in Arizona.
Recentemente è arrivata una rara buona notizia, la sua azienda “Weinstein Company” è stata salvata dal fallimento, acquistata da Maria Contreras-Sweet (è stata a capo del Dipartimento delle Piccole e medie imprese durante l’amministrazione Obama). La stessa Maria Contreras-Sweet (dopo lunghe settimane in cui oltre trenta avvocati e banchieri hanno condotto la trattativa), ha comunicato il lieto fine raggiunto con un’operazione valutata in circa 500 milioni di dollari, inclusa l’assunzione del debito per 225 milioni. Ha detto:
«L’obiettivo è non licenziare nessuno dei dipendenti e fornire coperture necessarie per eventuali risarcimenti che la società dovrà pagare. Intendiamo costruire uno studio cinematografico guidato da un consiglio composto di una maggioranza di donne indipendenti per salvare 150 posti di lavoro e per creare un fondo di compensazione per le vittime».
Harvey Weinstein ha scatenato un’ondata di accuse di scorrettezze sessuali da parte di molte celebrità, hanno scosso Hollywood dominando la stagione dei premi di quest’anno.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →