La nuova tuta spaziale della Nasa ha i servizi igienici integrati, ecco come funziona

Gli astronauti a bordo del veicolo spaziale Orion della Nasa di prossima generazione, grazie a una nuova tuta spaziale, in caso di emergenze (compresa la possibilità che la capsula di Orion depressurizzi) potranno rimanere nelle loro tute per sopravvivere. L’agenzia spaziale è impegnata nella produzione di nuove tute per gli astronauti, includono anche un sistema di smaltimento dei rifiuti.
Orion è progettato per trasportare gli umani ben oltre la bassa orbita terrestre, probabilmente verso la Luna e ritorno, ecco perché la Nasa sta tornando ai progetti delle missioni Apollo per il suo nuovo equipaggiamento di indumenti e tute spaziali.
Le nuove tute spaziali saranno progettate per sostenere l’equipaggio in caso d’improvvisa perdita di pressione in cabina, fornire caratteristiche vitali compreso il supporto per lo smaltimento di fluidi corporei (feci e urine). Gli astronauti, in effetti, possono sopravvivere nelle nuove tute per un massimo di sei giorni, senza toglierle dovrebbero essere in grado di respirare, mangiare e defecare.

Nuova tuta spaziale con servizi igienici integrati
La tuta contiene una borsa fecale; per gli uomini è previsto un catetere adattato sopra al pene come un condom, con un tubo all’estremità per raccogliere l’urina. Lo stesso metodo è stato utilizzato fin dagli anni ’70, rimane uno dei più semplici dispositivi utilizzati per le esigenze nelle missioni spaziali. Tuttavia, un sistema di smaltimento delle urine femminile non è ancora completamente sviluppato.
Kirstyn Johnson, ingegnere donna responsabile del progetto della tuta spaziale allo Johnson Space Center della Nasa a Houston, intervistata da Space ha detto:
«Ovviamente per le donne diventa un po’ più difficile a causa della conformazione del corpo, poi bisogna affrontare problemi come i peli pubici. Ci siamo orientati verso il settore del campeggio, molti di questi dispositivi di minzione portatile permettono di non doverti accovacciare nel mezzo della foresta. Interessante come idea anche i sacchetti di carta che le donne possono portare in borsa e tirare fuori per evitare di sedersi su una disgustosa tazza del water.
Per me come donna è stata quasi una rivelazione scoprire questi prodotti, parlarne è una specie di tabù ma è interessante perché aggiunge utili conoscenze per le nuove tute spaziali».
Le tute spaziali maschili e femminili per ogni evenienza sono equipaggiate con quelli che sono definiti “indumenti di massima assorbenza” (MAG), effettivamente sono pannolini per adulti.
Il veicolo spaziale Orion è stato annunciato dalla Nasa nel 2014, è destinato a trasportare un equipaggio di quattro persone oltre la bassa orbita terrestre. Attualmente è in fase di nuovi test, secondo i piani attuali della Nasa sarà utilizzato nell’esplorazione umana degli asteroidi e degli spazi cislunari, in vista di un futuro sbarco su Marte.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento