La distrofia muscolare nei suini corretta con la modifica genetica CRISPR

La distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è una delle malattie muscolari più comuni e più devastanti, riduce notevolmente la qualità della vita e l’aspettativa di vita dei pazienti. Ora, i ricercatori  tedeschi dell’Università tecnica di Monaco (TUM), dell’Università Ludwig Maximilian di Monaco (LMU) e del Centro di ricerca tedesco per la salute ambientale (Helmholtz Zentrum München) sono riusciti ad utilizzare lo strumento di modifica genica CRISPR per correggere la condizione nei suini, portando il trattamento sempre più vicino alle sperimentazioni sull’uomo.
I muscoli hanno bisogno di distrofina per rigenerarsi. Le persone che soffrono di distrofia muscolare di Duchenne (DMD) mancano di questa proteina muscolare essenziale a causa delle mutazioni del gene responsabile della produzione di distrofina, di conseguenza, le loro cellule muscolari esistenti si deteriorano nel tempo e sono gradualmente sostituite da tessuto connettivo e grasso, nel corso della malattia la forza muscolare s’indebolisce.
I primi sintomi compaiono di solito intorno ai cinque anni. I bambini con la malattia iniziano ad avere difficoltà con i movimenti in precedenza completati con facilità, ad esempio salendo le scale o alzandosi dal pavimento. All’età di circa dodici anni, non sono più in grado di camminare, perdendo in seguito il movimento delle braccia e delle mani. La maggior parte dei pazienti a causa di concomitante insufficienza respiratoria e cardiaca, non raggiunge l’età di 40 anni. La DMD colpisce principalmente i ragazzi.
La DMD poiché è una condizione genetica, è un obiettivo primario per il trattamento con lo strumento di editing genetico CRISPR, un sistema apprezzato per la sua capacità di eliminare i geni problematici e di sostituirli con altri più benefici, è stato messo in atto per curare il cancro, l’HIV e le forme di cecità.
I ricercatori del nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine, negli esperimenti sui maiali hanno utilizzato il CRISPR per correggere il gene difettoso della distrofina. Ciò ha permesso ai maiali di produrre nuovamente proteine della distrofina, sebbene fossero più brevi del solito, erano ancora stabili e funzionali. Ciò ha migliorato la funzione muscolare e l’aspettativa di vita degli animali, rendendoli meno propensi a sviluppare un battito cardiaco irregolare.
È importante sottolineare che questo trattamento evita uno dei problemi principali con l’editing genico CRISPR: la transitorietà. La maggior parte delle cellule del corpo morirà ad un certo punto, essendo sostituita da altre dello stesso tipo, quindi quelle che sono state modificate alla fine scompariranno, rendendo il trattamento inefficace, ma le cellule cardiache e muscolari (miocardiche) sono di lunga durata, quindi eseguendo su di esse le modifiche, gli effetti rimarranno molto più a lungo.
Christian Kupatt, professore, cardiologo autore principale dello studio, ha detto:
«La metà di tutte le cellule del miocardio rimane funzionale dalla nascita durante l’intero ciclo di vita di un essere umano. Il genoma di una cellula è utilizzato per la biosintesi delle proteine fintanto che la cellula è viva, e una volta che una cellula è stata colpita dalla terapia, rimane corretta, quindi, se cambiamo il genoma di una cellula miocardica, la correzione è un successo a lungo termine, in contrasto con i risultati dei metodi precedenti».
La sequenza genica responsabile della proteina distrofina è già stata corretta con successo in passato, è stato utilizzato il CRISPR per correggere la DMD sui topi nel 2014 e sui cani nel 2017. Maggie Walter, neurologa presso l’ospedale universitario LMU, ha detto:
«I nostri risultati sono molto promettenti, poiché per la prima volta siamo ora stati in grado di dimostrare il successo terapeutico in un modello di grande animale clinicamente rilevante».
Ciò è importante perché questi animali sono biologicamente molto più vicini agli esseri umani, quindi il team afferma che il nuovo modello è un passo importante verso gli studi clinici per la terapia genica DMD.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →