La Cina sta sviluppando bancomat con riconoscimento facciale

Gli ingegneri in Cina per identificare gli utenti di carte di credito, hanno sviluppato il primo bancomat con la tecnologia di riconoscimento facciale. L’agenzia di stampa ufficiale Xinhua in una nota ha riportato che la tecnologia del prototipo è stata sviluppata dalla Tsinghua University di Pechino e la società di sicurezza Tzekwan con sede a Hangzhou.
Gu Zikun CEO di Tzekwan Tecnologia ha detto:
«La nuova tecnologia contribuirà a ridurre i reati commessi tramite gli sportelli automatici. I bancomat cinesi finora dipendevano interamente dalla tecnologia straniera, ora avranno accesso esclusivamente a un sistema progettato dalla tecnologia cinese».
La nuova tecnologia bancomat è stata presentata nello stesso mese in cui il governo per promuovere l’innovazione nazionale, ha lanciato la campagna “Made in China“.
Le aziende in diversi paesi, tra cui gli Stati Uniti, per identificare gli utenti hanno testato i bancomat che utilizzano impronte digitali e la tecnologia di riconoscimento facciale, ciò ha sollevato interrogativi circa la fattibilità di tali sistemi.

Sviluppi riconoscimento facciale
L’Accademia Cinese delle Scienze lo scorso settembre ha detto che stava per lanciare un app di riconoscimento facciale, prevista in uscita quest’anno. L’istituto di ricerca con sede a Chongqing ha detto di aver creato il più grande database di volto asiatico al mondo con più di cinquanta milioni di dischi, crede che la sua la sua applicazione sia esatta al 99,8 per cento. La tecnologia era già stata utilizzata per controlli alle frontiere.
Ford e Intel allo stesso modo dal giugno dello scorso anno stanno lavorando congiuntamente su un progetto di ricerca che potrebbe utilizzare un software di riconoscimento facciale per creare interazioni più personalizzate tra guidatore e vettura.
L’Australia mentre deve ancora utilizzare il riconoscimento facciale nel settore bancario, la Banca Westpac per migliorare la sicurezza bancaria ha introdotto la scansione delle impronte digitali con il sistema Touch ID (è disponibile tramite Live app Westpac su iPhone 5S e superiori, Samsung Galaxy S4 e superiori, e iPad in esecuzione iOS8).
Gail Kelly CEO di Westpac Group ha detto:
«La stimolo all’innovazione non solo proviene dal basso, ma anche dall’alto, l’innovazione è nel nostro DNA. Stiamo attraversando una rivoluzione, si tratta di un passo avanti in materia d’innovazione, stiamo intensificando una nuova energia, il momento è perfetto perché il mondo si sta muovendo in fretta».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento