La capacità di equilibrio su una gamba può riflettere la salute del cervello e il rischio di ictus

La nuova ricerca pubblicata sulla rivista American Heart Association Stroke, ha evidenziato che restare in equilibrio su una gamba per meno di venti secondi è stato collegato a un aumentato rischio di piccoli danni dei vasi sanguigni nel cervello e la ridotta funzione cognitiva in persone altrimenti sane senza sintomi clinici.
Yasuharu Tabara, professore, autore principale dello studio e professore associato presso il Centro di Medicina Genomica della Graduate School of Medicine Kyoto University in Kyoto, Giappone, ha detto:
«Il nostro studio ha evidenziato che la capacità di equilibrio su una gamba è un test importante per la salute del cervello. Gli individui che mostrano scarso equilibrio su una gamba dovrebbero ricevere maggiore attenzione, poiché ciò potrebbe indicare un aumento del rischio di malattie del cervello e declino cognitivo».
Lo studio ha coinvolto 841 donne e 546 uomini con un’età media di 67 anni, i partecipanti al test con gli occhi aperti dovevano sollevare una gamba per il tempo massimo di sessanta secondi. L’esame è stato eseguito due volte, il miglior tempo con la gamba sollevata è stato utilizzato per l’analisi di studio.
I ricercatori hanno evidenziato che l’incapacità di equilibrio su una gamba sola per meno di venti secondi è associata con la patologia cerebrale dei piccoli vasi, vale a dire piccoli infarti senza sintomi come l’infarto lacunare e micro sanguinamenti. Essi hanno rilevato che:
– il 34,5 per cento di partecipanti con più di due lesioni d’infarto lacunare ha avuto problemi di bilanciamento;
– il 16 per cento di quelli con una lesione d’infarto lacunare ha avuto problemi di bilanciamento;
– il 30 per cento con più di due microlesioni ha avuto problemi di bilanciamento;
– il 15,3 per cento con una microlesione ha avuto problemi di bilanciamento.
Il professor Yasuharu Tabara ha detto:
«Gli individui che mostrano scarso equilibrio dovrebbero ricevere maggiore attenzione, perché questo potrebbe indicare un aumento del rischio di malattie del cervello e di declino cognitivo. La difficoltà di stare poco tempo in equilibrio su una gamba è una semplice misura d’instabilità posturale e potrebbe essere una conseguenza di anomalie cerebrali».
La malattia dei piccoli vasi in genere aumenta con l’età, avviene a causa di microangiopatia delle arterie nel cervello, rendendo queste arterie meno flessibili, possono interferire con il flusso di sangue. La perdita di coordinazione motoria, tra cui l’equilibrio, così come il deterioramento cognitivo è stato indicato per rappresentare danni cerebrali subclinici.
Il test in equilibrio su una sola gamba è un modo semplice per determinare la presenza di primi segni di essere a rischio per un ictus e deterioramento cognitivo e se questi pazienti necessitano di valutazioni supplementari.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento