L’Italia di oggi guidata da un narciso paranoico in perfetto stile staliniano

Ho appena assistito al Tg 3 a ciò che mai avrei pensato potesse accadere di nuovo: la distruzione di campo nomadi a Roma seguita dalla cacciata e deportazione degli abitanti. Vedere i volti dei bambini e dei vecchi mi ha lasciato senza fiato. Siamo giunti, in Italia, a considerare “normali” queste infamie?

Berlusconi StalinQuella che stiamo vivendo è una fase di Restaurazione. L’ordine che torna è quello antico, i negri e gli zingari non li vogliamo e li carichiamo sui pullman e sui treni senza dire dove li portiamo, i ricchi e i potenti non vanno processati, il diritto allo studio non deve arrivare più ai sedici anni, i figli dei poveri andranno a lavorare prima, chi ha la Ferrari e non paga le tasse è furbo come Corona, Mangano e Craxi erano degli eroi, Obama che pensa di dare l’assistenza sanitaria ai poveri è un ingenuo e “non capisce” che chiedere ai ricchi di pagare le tasse non è politicamente corretto, il prezzo della ripresa è l’aumento della disoccupazione ma la ripresa c’è e la Marcegaglia festeggia con Bonanni e Angeletti che credono nella provvidenza che provvederà anche per loro, Maroni “sbaraglia le cineserie” e Bondi taglia i soldi ai cineasti che potrebbero raccontare tutte queste cose al cinema.
E la nave va, guidata da un narciso paranoico che, in perfetto stile staliniano (la congiura dei medici che non curavano la sua vecchiaia), parla di un “plotone d’esecuzione” armato dal complotto dei magistrati. [L’Unità, 23.10.2010 pag. 14]
, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “L’Italia di oggi guidata da un narciso paranoico in perfetto stile staliniano

  1. Le parole di Luigi Cancrini, essendo anche noto psichiatra, sono quanto mai
    veritiere. Purtroppo, l’opposizione crede ancora al buon senso…
    CiauPatti, Buona Domenica

  2. linodigianni – Ciao, Lino, è dura fare opposizione con la Binetti fuori dal convento che soffia controvento :-). Ciao, felice settimana.

Comments are closed.