Investiti 4 milioni di dollari per mangiare barrette proteiche a base di grilli

Silicon Valley produce alcuni dei più strani concetti di cibo: hamburger a base di carne creata in laboratorio; qualcosa chiamata Soylent (una bevanda nutrizionalmente completa, composta di un liquido color sabbia, che sostituisce ogni genere di cibo); e le proteine in polvere di grilli, prodotte da Exo, una startup che vende barrette proteiche fatte proprio con i grilli.
Disgustoso? Beh, l’idea ha appena ricevuto una somma di 4 milioni di dollari da AccellFoods, una piattaforma d’investimento iniziale per start-up di prodotti confezionati di cibo e bevande. Exo anche se il consumo d’insetti è considerato piuttosto grossolano nella maggior parte dei paesi occidentali, in qualche modo ha convinto un gruppo di persone con disponibilità finanziarie che mangiare insetti è buono per i loro investimenti.
Greg Sewitz co-fondatore di Exo ha detto:
«Gli esseri umani per migliaia di anni hanno mangiato insetti, ammetto che l’idea è piuttosto radicale, hanno sorriso all’idea quando abbiamo detto che stavamo iniziando a investire su una società alimentare utilizzando insetti, poi quando abbiamo invitato a mangiare una barretta piena d’insetti, qualcuno dalle risate è passato ai conati di vomito. A questi ho ricambiato con un esempio di cibo che centinaia di anni fa era disgustoso, ma ora è amato dalla gente, mi riferisco alle aragoste. Considerate come un parassita stomachevole del mare, poiché erano così abbondanti, sono state viste come la “proteina dei poveri“. I primi coloni e nativi americani hanno iniziato a mangiare l’aragosta nel 1700.
Le aragoste condividono qualcos’altro con i grilli, entrambi sono artropodi, una famiglia dotata di un esoscheletro, comprende insetti, aracnidi e crostacei. Ci piace l’aragosta abbiamo aggiunto questo insetto del mare alle migliori voci sul menu in ristoranti di lusso.
Torniamo agli insetti, è vero l’uomo ha iniziato a mangiarli da migliaia di anni, molte aree del mondo fanno ancora un pasto a base d’insetti provvisti di tante zampe, secondo l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO), i coleotteri sono gli insetti più comunemente mangiati. I grilli fanno parte di questa catena alimentare, costituiscono circa il 13 per cento di tutti gli insetti consumati, sono un’alternativa di sane proteine (13 grammi per porzione), potrebbe essere il prossimo cibo alla moda. Molti siti hanno iniziato a esaltare i benefici delle proteine di grillo».
Le barrette proteiche di Exo sono sul mercato da un paio di anni, da quando il co-fondatore Greg Sewitz ha iniziato la propria campagna di successo su Kickstarter con la raccolta di 20.000 dollari nei primi tre giorni. Il prodotto ora è venduto dalla catena di supermercati Wholefoods Market, nelle palestre Equinox, e in negozi alimentari di Wegman.

Il costo dei grilli
Greg Sewitz e il suo co-fondatore Gabi Lewis stanno sondando il terreno per vedere come i consumatori reagiscono alle proteine d’insetti nel loro cibo, il denaro contante li aiuterà a far crescere il business e creare nuovi prodotti utilizzando la polvere di grillo.
I grilli potrebbero diventare un problema se non sarà abbassato il costo; un altro ostacolo, oltre a quello psicologico di convincere la gente a mangiare migliaia di grilli, è il costo di macinazione.
I grilli rispetto al manzo possono moltiplicarsi molto più velocemente, ma secondo Greg Sewitz la proteina di grillo è molto costosa da ottenere, è uno dei più grandi problemi che riguarda il settore, ha detto:
«Ogni chilo di polvere di grillo è costituito da circa 3.000 a 4.000 grilli, con un costo di vendita al dettaglio di circa 30 dollari per chilogrammo. Exo esternalizza i grilli a operatori terzi che li macinano in polvere per le barrette proteiche. E’ possibile ridurre i costi su larga scala.
La riduzione del prodotto è stato un altro dei problemi che ha inciso sui profitti, è stato difficile mantenere la fornitura del prodotto. Il nuovo finanziamento ottenuto da AccellFoods probabilmente darà una mano a Exo per continuare a crescere. Il nostro team si concentrerà a educare gli altri circa i benefici dei grilli nella loro dieta, vogliamo  incentivare la gente a mangiare gli insetti di là dal fattore paura».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →