Invenzione giapponese – Airbag per anziani pedoni

La Prop, società nipponica, ha progettato un airbag destinato al fiorente esercito d’anziani pedoni giapponesi

Mitsuya Uchida, presidente della Prop, indossa l'air-bag per i pedoni anziani L’airbag, si gonfia in 0,1 secondi (v. video), appena percepisce un rapidissimo movimento dell’anziano, verso terra.
Il dispositivo, allacciato al corpo, protegge la testa e i fianchi.
I cuscini, a protezione della nuca, si gonfiano quando la vittima dell’incidente cade all’indietro.
Mitsuya Uchida, presidente della Prop (v. foto a fianco, mentre indossa l’airbag), ha detto che inizialmente, l’invenzione era destinata a persone anziane epilettiche, particolarmente vulnerabili ad improvvise e pericolose cadute.
L’airbag allacciato attorno al corpo, è attivato da sensori elettronici, sensibili a movimenti improvvisi: appena  scatta l’allarme, 15 litri d’aria compressa gonfiano i cuscinetti dell’airbag, per proteggere le parti più vulnerabili del corpo.
L’unico inconveniente è l’esorbitante prezzo di 700 dollari, somma non sempre disponibile nelle tasche di tutti gli anziani, specialmente quelli che vivono con quattro yen di pensione.
Fonte
. Telegraph
, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

8 thoughts on “Invenzione giapponese – Airbag per anziani pedoni

  1. Alexyos Forse non avrà un seguito in Italia (per noi gli anziani non contano nulla), per il Giappone è differente, non bisogna sottovaltuare la cultura giapponese, per loro gli anziani sono un patrimonio da preservare, non a caso il Giappone è la nazione con il più alto numero di ultracentenari :-). ciao*

  2. Mi pare che in Giappone( ma non solo)esista una tendenza importante a considerare gli anziani una risorsa, di vita, di esperienza.Un’altra tendenza li fa diventare un target da mandare in isole per ricchi.Mi immagino questi ultimi, divincolarsi per gli airbag che li imprigionano continuamente..

  3. A parte il costo che non mi sembra un dettaglio trascurabile,

    ma quel è il sensore che stabilisce quale sia il dislivello e movimento utile a salvare il nostro anziano senza creare imbarazzanti aperture in altri contesti.

    E poi,

    e se il nonno mi cadesse in avanti????????????

  4. Gli anziani sono un’infinita risorsa, dagli anziano noi giovani non dobbiamo far altro che imparare. Il discorso è un altro, è legato all’orgoglio, pochi si caricheranno quel “giubbino” sulle spalle.

  5. LinoL’isola per soli ricchi, stressati dall’airbag … che fortuna, non essere miliardari :-). ciao*
    CapuncioneL’invenzione è una necessità, leggo che l’uomo più vecchio del mondo abita in Giappone. In questo paese risiedono ben 36 mila centenari … (aggiungo), con qualche problema d’equilibrio :-), ciao*
    Saamaya L’airbag protegge anche dalle cadute in avanti, per le cadute all’indietro attiva anche i cuscinetti protettivi per la nuca.

    L’unico posto dove non funziona il sensore di questo airbag, è Pisa :-). ciao*

Lascia un commento