Intervista al cannibale Armin Meiwes, all’ergastolo per aver divorato un uomo: la carne umana? come quella di maiale

Nella sua prima intervista televisiva, il cannibale tedesco Armin Meiwes descrive il gusto della carne umana, fornisce un’esclusiva ricetta per cucinare la bistecca, spiega di essere affascinato dalla fiaba di Hänsel e Gretel, ribadisce di essere una persona normale

Armin Meiwes, cannibale

 Armin Meiwes, il cannibale tedesco all’ergastolo per aver ucciso e mangiato un uomo che l’aveva supplicato di essere divorato, ha fornito dettagli sul sapore della carne umana simile a quella di maiale e su come preparare un pasto elaborato con una bistecca di carne umana in salsa di pepe verde con le crocchette ed i cavoletti di bruxelles.
Nella sua prima intervista televisiva, in onda sul canale RTL, Meiwes, quarantasei anni, è apparso rilassato e lucido mentre raccontava i dieci anni trascorsi con il desiderio di divorare un altro uomo.
Il caso di cannibalismo è stato scoperto nel dicembre 2002, gli orribili dettagli della storia, hanno riempito le pagine di tutti i giornali del mondo.  Meiwes, aveva messo un annuncio su forum, chat e siti interessati al cannibalismo:Cerco uomini da macellare“.  All’annuncio, aveva risposto Bernd Brandes, quarantaduenne, ingegnere informatico.
Meiwes, come riportano le cronache giudiziarie del processo, si è filmato, mentre uccideva, squartava e tagliava il cadavere di Bernd Brandes.
“Sì, in linea di principio sono un normale essere umano, anche se le persone non lo pensano e mi trovano mostruoso“, ha detto al suo intervistatore Günter Stampf, che ha scritto il libro “Intervista con un Cannibale“, realizzato in 30 incontri in carcere con Meiwes. Le interviste sono state approvate dal tribunale di prima istanza di Francoforte, quello che ha condannato il cannibale.
Armin Meiwes, spiega:
“Ho insaporito la bistecca di Bernd, con sale, pepe, aglio e noce moscata. Ho aggiunto i cavoletti di Bruxelles e una salsa di pepe verde. La carne era un po’ dura. Ho congelato porzioni di carne macinata, ho mangiato più di 20 kg di carne nei mesi successivi al marzo 2001”.
Meiwes, nelle fasi processuali del 2004 e 2006, ha detto di aver sempre sognato di avere un fratello minore – “una parte di me” -, l’unico modo per soddisfare la sua ossessione era il cannibalismo.
I suoi desideri sono stati soddisfatti da Internet, dove ha avuto contatti con circa 400 uomini interessati al cannibalismo.
Ha trovato un feeling perfetto con Brandes,  ossessionato dall’essere mangiato.
Armin Meiwes, ha ricordato che da bambino, gli piaceva ascoltare la mamma quando, nel leggere la favola di “Hansel e Gretel”, si soffermava sulla strega che metteva in gabbia Hänsel (con lo scopo di farlo ingrassare e poi mangiarlo).
La polizia stima che nella sola Germania esistono circa 10.000 persone come Meiwes, affascinate dal cannibalismo, desiderose di mangiare carne o di essere mangiati.
Fonte: Spiegel
, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Intervista al cannibale Armin Meiwes, all’ergastolo per aver divorato un uomo: la carne umana? come quella di maiale

  1. Anch’io non mangio carne,

    però mi piacerebbe molto essere mangiata dal mio gatto e forse anche dai miei amici e parenti, però credo loro non mi gradirebbero ;-D

Lascia un commento