Intelligenza artificiale analizzando immagini endoscopiche in meno di un secondo può individuare i tumori dell’intestino

Il sistema d’intelligenza artificiale durante il test con immagini endoscopiche ha individuato con precisione clinica il 94% di tumori potenzialmente pericolosi. I risultati dell’Università Showa di Yokohama, in Giappone, sono stati presentati al 25° Congresso Europeo di Gastroenterologia (UEGW, United European Gastroenterology Week), in svolgimento a Barcellona dal 28 ottobre al 1° novembre 2017.
Gli scienziati hanno incaricato il sistema d’intelligenza artificiale di valutare 306 polipi del colon-retto (possono essere o non essere cancerosi), sviluppati in 250 uomini e donne. Il sistema d’intelligenza artificiale ha impiegato meno di un secondo per analizzare ogni immagine ingrandita dell’endoscopia e decidere se il “polipino” fosse maligno o no. Ha correttamente individuato il 94% dei tumori associando ogni crescita a più di 30.000 immagini utilizzate per l’apprendimento automatico.
Il dottor Yuichi Mori dell’Università Showa di Yokohama, in Giappone, responsabile dell’innovativo sitema, ha detto:
«Indipendentemente dall’abilità dell’endoscopista (può essere sia un gastroenterologo, sia uno specialista in chirurgia dell’apparato digerente. Entrambi gli specialisti possono sviluppare i loro ambiti professionali nel campo endoscopico), l’innovazione più significativa di questo sistema è che l’intelligenza artificiale in tempo reale durante la colonscopia consente una biopsia ottica dei polipi colorettali. Ciò permette la completa resezione di polipi adenomatosi (cancerosi) e impedisce l’inutile politectomia (rimozione) di polipi non neoplastici.
Riteniamo che questi risultati siano accettabili per l’applicazione clinica, il nostro obiettivo immediato è quello di ottenere l’approvazione regolamentare per il sistema diagnostico».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →