Influenza, il colore del muco nasale può dire molto sulla nostra salute

Mocciolo, muco, naso che cola, generalmente è collegato al disagio causato da un raffreddore o da un’infezione a carico dei seni paranasali. Lo sapevate che il colore del muco può dire molto su quello che sta succedendo all’interno del nostro corpo? Ecco perché i medici fanno molte domande sul colore del muco e la consistenza, può essere un indizio su ciò che causa il gocciolamento del naso o la tosse grassa.
Non esiste alcun vaccino che possa prevenire i raffreddori, perché sono molti i virus che possono provocarli. I farmaci non sono in grado di curare il raffreddore, ma possono essere usati per alleviare i sintomi come il dolore muscolare, il mal di testa e la febbre.
Che cosa dice il muco su di noi? Il suo colore lascia molti indizi, chiaro, bianco, giallo, verde, marrone, rosso o grigio, a volte potrebbe essere necessario consultare un medico.

Che cosa è il muco?
La funzione principale del muco è di mantenere in condizioni ottimali le vie aeree. E lo fa in tanti modi: anzitutto agisce da ostacolo fisico e biologico, formando un film mucoso che rappresenta un’efficiente barriera all’attraversamento delle sostanze inalate con la respirazione. Inoltre svolge un importante compito di filtro e di diluizione: sono tanti i gas irritanti o tossici per le vie respiratorie sottoposti a un processo di filtrazione e diluizione attraverso la superficie mucosa delle vie aeree. Serve anche a rimuovere particelle, pulviscolo e agenti biologici. Ogni giorno un individuo normale respira particelle di natura molto diversa come sostanze vegetali (spore e pollini), batteri e virus, fumi contenenti polveri di derivazione dalla combustione di carbone e tabacco, e altre ancora.
Il muco in diverse parti del corpo ha nomi differenti, questi sono i termini che riguarda l’apparato respiratorio:
mocciolo, in pratica si riferisce solo al muco proveniente dal naso;
flemma, è una mucosità densa o fluida in gola e tutto ciò che si potrebbe tirar fuori;
espettorato, è il materiale che con la tosse è espulso dalle vie aeree (trachea e bronchi), abbondante in condizioni patologiche;
gocciolamento retro nasale, è il muco che fluisce dalla cavità nasale giù per la gola.
Il colore e la consistenza del muco possono indicare ciò che sta accadendo nel corpo, può essere un segnale di virus, un’infezione, o altri problemi. Leggi qui sotto per scoprire cosa può significare il colore del muco.

Muco chiaro
Il muco normale ha un colore chiaro, è un liquido denso e viscoso simile alla consistenza della colla. Probabilmente non si hanno alcuna infezione o virus se il muco è ancora chiaro. Fino a quando il corpo non produce tanto o poco muco, e finché il muco ha la giusta consistenza, si dovrebbe essere in buona salute. Se il corpo sta producendo un eccesso di muco, la causa probabile è l’allergia. Parlate con il vostro medico per il trattamento adeguato.

Muco bianco
Il muco di colore bianco generalmente è causato dal mangiare e bere prodotti lattiero – caseari. Il grasso in prodotti lattiero – caseari può rendere il muco più denso e vischioso. Se soffrite di raffreddore o un’infezione del seno nasale con produzione di muco denso o bianco, sospendere il consumo di prodotti del caseificio, ciò può aiutare con la congestione e la respirazione. La sola presenza di muco bianco non è motivo di allarme ed è considerato normale.

Muco giallo
Il muco giallo può significare la presenza di un virus o un’infezione del seno nasale. Il muco giallo chiaro o brillante in genere significa che il corpo sta lottando con qualcosa, molto probabilmente un raffreddore. Il colore del muco generalmente all’inizio è più luminoso, solitamente si scurisce in pochi giorni.
Lo Staphylococcus aureus è un batterio. nella maggioranza dei soggetti adulti normalmente è presente a livello della cute, della mucosa della porzione anteriore del naso e della faringe. Di conseguenza, un’infezione da parte degli stessi è possibile in ogni momento, tipicamente produce un muco giallo color oro. Il catarro giallo scuro potrebbe significare bronchite o un altro tipo d’infezione al petto.
Il muco giallo non significa necessariamente che bisogna andare dal medico, indica che il corpo sta combattendo contro qualcosa. E’ bene ricordare che gli antibiotici sono indicati per combattere le infezioni causate dai batteri. Le infezioni virali come il comune raffreddore di solito si risolvono in sette – dieci giorni. Consultare un medico se i sintomi durano più a lungo o peggiorano con febbre, mal di testa, tosse con catarro.

Muco verde
Il muco verde può significare un’infezione batterica o fungina. Il colore verde è prodotto da un tipo di globulo bianco che risponde alle infezioni e infiammazioni, quando i globuli bianchi muoiono e si mescolano con il muco rilasciano un pigmento verde. Il colore in un primo momento è più brillante, scurisce in pochi giorni.
I seni nasali quando s’infiammano si gonfiano, questo fa sì che il muco resti intrappolato. I batteri e funghi nel corso del tempo possono iniziare a crescere nel muco, in questo caso si potrebbe aver bisogno di antibiotici.
Se i sintomi vanno oltre una settimana o sembrano peggiorare, consultare il medico, soprattutto alla presenza di febbre, tosse con catarro, mal di testa.

Muco blu
Il muco blu è causato da un batterio chiamato Pseudomonas pyocyanea, colpisce 1 persona su 10.000. Vedere il medico se il problema dura da diversi giorni. Il muco blu può anche manifestarsi se con l’aria si è inalata polvere blu o qualcos’altro. Se questo è il caso, si dovrebbe chiarire entro uno o due giorni.

Muco arancione, rosso, rossastro
Se il muco si tinge di rosso bruno o rossastro, di solito è per la presenza di sangue, si mescola con il muco dandogli il tono rosso. La presenza di sangue non è necessariamente un motivo di allarme, può essere causata quando i seni nasali s’infiammano e cominciano a sanguinare.
Il muco tinto di rosso può anche verificarsi per problemi con i piccoli vasi sanguigni nei passaggi nasali, possono rompersi facilmente, ciò può accadere se l’aria è troppo secca. Può aiutare l’utilizzo di una soluzione fisiologica spray per inumidire i passaggi nasali. Soffiando delicatamente il naso, asciugandolo, può prevenire la formazione di piaghe nella parte anteriore del naso.
Gli asmatici spesso hanno il muco rossastro. La tosse con catarro rosso o marrone, potrebbe essere un segno di bronchite. Se vi è una notevole quantità di sangue che dura da diversi giorni, si dovrebbe vedere un medico per determinare la causa della presenza di sangue e nel caso il trattamento di cura necessario.

Muco marrone
Il muco marrone o rosso bruno tipicamente è associato con i fumatori. Il muco è mescolato con particelle delle sigarette, il fumo può anche irritare i passaggi nasali ciò può causare un leggero sanguinamento. Il sangue mescolato al fumo di sigaretta rende il muco marrone. La colorazione rosso marrone del catarro può essere causata dal fumo. Ridurre il fumo può aiutare a non produrre muco marrone e catarro, anche l’inalazione di polvere e sporcizia può dare al muco una sfumatura marrone.

Muco grigio nero
Il muco di colore scuro in genere è causato da inalazione di sostanze inquinanti presenti  nell’aria. Il lavoro del muco è di intrappolare la sporcizia, polvere, fumo, o sostanze simili in aria o altre particelle. Il muco grigio nero per chi vive in città, spesso è causato dall’inquinamento nell’aria.

Mattina con il flemma, tosse di notte
Uno dei sintomi di reflusso acido che è spesso trascurato è una tosse cronica. L’acidità di stomaco quando si è sdraiati può raggiungere la gola, causare tosse, catarro, e una gola irritata. Alcune persone hanno reflusso acido anche se non soffrono di bruciore di stomaco o mal di stomaco. Verificare con il proprio medico se si pensa che il reflusso acido potrebbe essere una causa. Un antiacido o riduttore di acido potrebbe aiutare a controllare il reflusso gastrico. Evitare di coricarsi nelle prime 2-3 ore dopo i pasti.

Fasi del colore del muco
In sintesi un virus inizia con la produzione di una grande varietà di muco chiaro, poi il muco diventa di un brillante color giallo verdolino. Il muco in pochi giorni si trasforma da un colore verde a un colore rosso marrone. Il muco dovrebbe quindi schiarirsi, essere meno denso fino a tornare normale.

Modi per alleviare i sintomi:
spray nasale salino per liberare il naso chiuso;
– bere molti liquidi per fluidificare il muco e mantenere il sistema respiratorio umido;
– non morire di fame per un raffreddore, mangiare pasti nutrienti, è importante, il corpo ha bisogno di energia per combattere il virus;
– il Tylenol (paracetamolo) può aiutare in casi di febbre e dolori muscolari;
– l‘Ibuprofene contribuirà a ridurre il gonfiore e le infiammazioni;
– vapore e liquidi caldi possono aiutare a ridurre lo scolo nasale e la congestione.
– prendere il Mucinex per allentare il catarro e la tosse;
– quanto si tossisce, sputare non ingoiare;
– mantenere la gola umida, per alleviare la tosse aggiungere due cucchiaini o più di miele in un bicchiere di tè;
– in caso di allergie, prendere antistaminici per contribuire ad alleviare i sintomi;
– in caso di muco giallo o verde, quando i sintomi persistono per più giorni vedere il medico per la cura con antibiotici;
– evitare di fumare; per i non fumatori evitare il fumo passivo.
In conclusione, ricordate che il colore strano del muco non sempre significa che c’è un problema, è tale quando il colore del muco è presente per più giorni, soprattutto quando sono presenti altri sintomi, come la febbre, il mal di testa e la tosse.
I colori del muco sono solo un’indicazione, non una diagnosi precisa. E’ possibile avere un’infezione anche con il muco chiaro. Se siete preoccupati per qualcosa, consultate il medico.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento