Infermiere, ecco le cinque qualità che lo rendono molto professionale

L’infermieristica è una professione basata su ricchi valori che non si sono degradati nel corso del tempo. L’infermiere è molto più di una semplice professione è una vocazione spirituale.
I principi fondamentali non sono cambiati nel corso del tempo, sono descritti come:
– infermieristica si fonda su specifici valori umani;
– infermieristica è una conoscenza scientifica;
– infermieristica è un’abilità tecnica.

Questi principi si basano su valori di cura specifici che sono stati studiati in letteratura, rimangono abbastanza costanti a livello globale, includono:
– valori familiari;
– felicità;
– senso di realizzazione;
– onestà;
– responsabilità;
– intelletto;
– la dignità umana;
– uguaglianza;
– prevenzione della sofferenza.

L’infermiere di livello vive questi valori che appartengono chiaramente al ruolo di questa bella professione. In un tentativo di tradurre i valori in comportamenti, le azioni dell’infermiere sono identificate come segue:

1. Un infermiere di grande livello è compassionevole. Compassionevole è definito come il sentimento di preoccupazione e compassione per gli altri. Dobbiamo ricordare che i pazienti non si trovano nell’ambito sanitario per loro scelta. Temono di perdere la loro salute, forse la loro vita, contemporaneamente i famigliari rischiano di perdere i loro cari.
I pazienti sono spaventati, hanno bisogno di noi per il supporto. Questo significa che il paziente è disposto a parlare quando sente che l’ambiente è il più sicuro possibile.

2. Un infermiere di livello è empatico. Empatico è definita come la capacità e la volontà di condividere i sentimenti degli altri. Questo non vuol dire che siamo d’accordo con il paziente o completamente in grado di capire quello che stanno attraversando. Significa semplicemente che siamo disposti a fare uno sforzo concertato per ascoltarli, di metterci al loro posto per cercare di capire i loro problemi. Questo deve essere fatto con la consapevolezza che ognuno hanno il proprio set di valori ed esperienze di vita che li hanno portati a questo punto.

3. Un infermiere di livello è altruista. Altruista è definita come la capacità di dare agli altri, a scapito di se stessi. Innumerevoli storie d’infermieri nel corso degli anni illustrano questa capacità di dare agli altri. Gesti semplici come quello di tenere la mano di un paziente a pranzo, oppure come quello di un’infermiera che ha fatto qualcosa di straordinario per qualcun altro. Ha assistito una paziente traumatizzata, una barbona investita da una macchina. Il giorno che è stata dimessa, l’infermiera dopo che si rese conto che non aveva le scarpe, poiché aveva la stessa misura del piede, donò le sue scarpe alla barbona e continuò per tutta la giornata a indossare solo il soprascarpe.
E’ stato un esempio straordinario di altruismo. Le storie vanno avanti, abbiamo bisogno di festeggiare quando accadono.

4. Un infermiere di livello è consapevole. Self-aware (consapevole di sé, dei propri sentimenti e comportamenti) è definito come un alto grado d’intelligenza emotiva. Efficaci anche nel modo di pensare, dove i valori sono con riferimento agli altri così come i punti di forza e limiti. Bisogna apprendere dall’esperienza dei colleghi più esperti per far fronte alle situazioni difficili.

5. Un infermiere di livello è tecnicamente forte, con una sete di conoscenza. L’infermiere, indipendentemente dalla disciplina, ha il dovere di continuare a migliorarsi. E’ importante leggere riviste, ottenere certificazioni, continuare le attività accademiche, leggere tutte le informazioni che provengono dalle organizzazioni sanitarie sui cambiamenti della politica, dei prodotti o dei processi.

In conclusione l’infermiere di livello deve sapere che la mancanza di conoscenza può portare a esiti avversi per i pazienti, per questo l’ignoranza non è una scusa ma piuttosto la propria responsabilità.
Ora viviamo in tempi economici senza precedenti, influenzano la qualità dell’assistenza che forniamo. Le nuove sfide sanitarie stanno cambiando l’ambiente di lavoro per gli infermieri, più che in passato soggetti a conflitti personali, professionali, istituzionali e sociali.
E’ giunto il momento di mettere il paziente al centro di tutto ciò che facciamo, dedicare la propria vita per essere infermieri di livello.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento