Incredibile, uomo senza braccia utilizza le dita dei piedi per sparare con una pistola calibro 45 [video]

La segnalazione di questo video non intende incentivare l'uso delle armi, è fatta esclusivamente a titolo di curiosità, vista l'unicità di quest'uomo nell'utilizzare la pistola con le dita dei piedi

Un uomo senza braccia utilizza una pistola con le dita dei piedi. E'incredibile come riesca a farlo senza problemi (non solo a sparare ma anche a caricare le munizioni), mentre persone normali non riuscirebbero a farlo con altrettanta semplicità.


La persona normale – come insegnano nei poligoni – per impugnare una pistola e sparare correttamente deve compiere determinate azioni.
L'arma deve essere impugnata saldamente e fare corpo unico col polso: per non far tremare il polso bisogna stringere con decisione e con forza, una volta impugnata e stretta l'arma, dopo aver ben teso le dita e premuto con forza il calcio contro l'ansa pollice-indice, allentare la pressione.
L'arma deve essere tenuta saldamente ma non stretta; si faccia conto di tenere in pugno un uovo, saldo ma non stretto che si rompa.
Quando s’intende sparare, il dito indice deve trovarsi nell'intersezione tra la prima e seconda falange.
AI fine di impugnare correttamente la pistola, bisognerà curare particolarmente la presa in modo da potere poi controllare l'arma al momento dello sparo, a tale scopo procedere così:
• reggere la pistola per la canna con la mano opposta a quella con cui s’intende sparare,
• sospingere la pistola nell'altra mano che va tenuta a dita unite e palmo teso, collocandola al centro del palmo stesso,
• fare aderire perfettamente il palmo della mano alla parte dorsale dell'impugnatura,
• posizionare il dito pollice a contatto con il castello dell'arma mantenendolo disteso,
• posizionare il dito indice disteso lungo l'arma e fuori dal ponticello in modo parallelo al pollice,
• avvolgere con le altre tre dita l'impugnatura senza stringere in modo esagerato l'arma.
Il movimento del dito indice sul grilletto deve essere coassiale alla canna, la sua forza non deve mai esplicarsi in diagonale. Nell'esempio che segue la posizione corretta, è la B, dove è indicata anche la direzione della forza impressa sul grilletto.
Una presa dell'arma d’intensità e di forza non costante durante lo scatto provoca delle variazioni dei colpi sull'asse verticale:
• se la presa è troppo forte il colpo andrà verso l'alto, se la presa è leggera il colpo andrà verso il basso;
• se il pollice tende verso il basso i colpi tenderanno ad andare verso il basso;
• se le tre dita che sorreggono l'arma lo fanno troppo debolmente, queste tendono a interagire con l'indice e devieranno i colpi verso il basso;
• come ultimo consiglio è importante controllare la perfetta coassialità dell'arma rispetto al polso del tiratore. 

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento