Il video dello smartphone può aiutare a rilevare le ristrette arterie del collo che possono portare a ictus

I ricercatori hanno evidenziato che le ristrette arterie del collo, un importante fattore di rischio per l’ictus, possono essere rilevate analizzando il video dello smartphone. Le arterie del collo sono appena sotto la superficie della pelle, i cambiamenti nella velocità e nel modello del flusso sanguigno attraverso di esse si riflettono nel movimento della pelle sovrastante.
La ricerca, pubblicata nella rivista Journal of American Heart Association, potrebbe essere utile per sviluppare uno strumento di screening precoce e non invasivo, utile per individuare le ostruzioni delle arterie carotidi che possono portare all’ictus.
Hsien-Li Kao cardiologo interventista presso il National Taiwan University Hospital di Taipei, autore dello studio, ha detto:
«Ogni anno tra il 2% e il 5% degli ictus si verificano in persone senza sintomi, quindi è necessario un rilevamento migliore e precoce del rischio di ictus. La scoperta dell’utilizzo dello smartphone è stata un momento emozionante per noi, i metodi diagnostici esistenti come ultrasuoni, TC e risonanza magnetica, richiedono lo screening con apparecchiature e personale medico specializzato per l’imaging. L’analisi dei video registrati su uno smartphone non è invasiva e facile da eseguire, quindi può offrire l’opportunità di aumentare lo screening».
Le arterie carotidi, che si trovano nel collo, possono essere bloccate da un accumulo di depositi di grasso noti come placca. La condizione – stenosi dell’arteria carotide – limita il flusso sanguigno al cervello e può portare a un ictus ischemico, quasi l’87% di tutti gli ictus negli Stati Uniti sono di questo tipo.
Hsien-Li Kao ha detto:
«L’arteria carotide è appena sotto la superficie della pelle, quando i modelli di velocità e flusso sanguigno cambiano, questi cambiamenti si riflettono nel movimento della pelle sovrastante, tuttavia, tali differenze non possono essere rilevate ad occhio nudo».
I ricercatori nello studio per rilevare sottili cambiamenti nelle caratteristiche degli impulsi sulla superficie della pelle, catturati in 30 secondi di registrazioni video con lo di smartphone, hanno utilizzato l’ingrandimento del movimento e l’analisi dei pixel.
Lo smartphone di vecchia generazione è stato utilizzato per realizzare videoclip del collo di 202 adulti taiwanesi, avevano una media di 68 anni quando lo studio ha avuto luogo tra il 2016 e il 2019. I partecipanti durante le registrazioni, erano sdraiati sulla schiena con la testa inclinata all’indietro contenuta in un box su misura che limitava il movimento. È stato evidenziato che tra i partecipanti, il 54% presentava una significativa stenosi dell’arteria carotide, ciò significa che aveva il 50% di ostruzione precedentemente diagnosticata dagli ultrasuoni, mentre il 46% non presentava una stenosi significativa.
È stato montato sul box un Apple iPhone 6, 64 GB, per acquisire una registrazione video di 30 secondi del collo della persona. I ricercatori hanno detto che è stato utilizzato lo smartphone di vecchia generazione perché più comune per l’utente medio. I video realizzati con lo smartphone erano accurati dell’87% nel prevedere chi avesse un blocco nell’arteria. Il restringimento delle arterie è stato confermato mediante un test ecografico Doppler.
Hsien-Li Kao ha affermato:
«Ulteriori ricerche potrebbero determinare se è possibile effettuare registrazioni ed eseguire l’analisi del movimento da remoto, insieme a un’app scaricabile. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se i video registrati sugli smartphone siano un metodo promettente per aiutare ad accelerare e aumentare lo screening dell’ictus. La stenosi dell’arteria carotidea è silenziosa fino a quando non si verifica un ictus. I medici con questo metodo, possono essere in grado di registrare un video del collo del paziente con uno smartphone, caricare i video per l’analisi e ricevere un referto entro cinque minuti. L’individuazione precoce della stenosi carotidea potrebbe migliorare i risultati dei pazienti».

,

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →