Il pugno in faccia a Capezzone? Tutta colpa della fatwa lanciata da Pannella [video]

Capezzone aggredito con un pugno in faccia da uno sconosciuto. L'episodio, come ha confermato lo stesso Capezzone, è avvenuto nei pressi della sede del partito, in via dell'Umiltà.
Pannella ha presentato una mozione, ovviamente approvata dal comitato nazionale dei Radicali senza batter ciglio (chi comanda è lui), che mette sotto accusa l’eterodossia di Capezzone. Il documento propone “una mobilitazione perché venga immediatamente resa pubblica tutta la documentazione su deputati e senatori nell’esercizio della loro funzione”, lo stesso Pannella precisa che si sta parlando del “radicale che ha avuto il massimo di esposizione mediatica”. “Ho un senso di saturazione”, ha spiegato l’anziano leader, verso “un assenteista nei confronti dei suoi doveri parlamentari”. Le accuse si fanno sempre più circostanziate. “Lui fa l’extraparlamentare ogni giorno e ritiene di non avere miglior arma che insozzare la figura radicale”.


La replica di Daniele Capezzone
Non posso negare di essere allibito e addolorato per il livello degli attacchi che subisco da Emma Bonino e Marco Pannella (proprio mentre sono raggiunto dall'affetto e dalla solidarietà di tantissimi amici radicali e non radicali). Questa "brutta copia di una fatwa" nei miei confronti non mi pare esattamente una cosa seria. E' roba avvilente. Ma come? Fino a pochi mesi fa ero "buono e bravo", e ora sono "brutto e cattivo"? Quale malvagio "Capezzone-mister Hyde" si nascondeva dietro all'irreprensibile "Capezzone-dottor Jekyll"?

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento