Il mio primo faccia a faccia del 2008 con Prodi

 "Io faccio. Io duro perché faccio. Non è che faccio perché duro. Se no sarei già caduto mille volte"

Il mio "voto augurale", sottolineo "voto", al governo Prodi è di durare il più a lungo possibile, per fare, tutto quello che ancora deve fare sull’attuazione del programma: in primis il conflitto d’interessi, la legge elettorale e la riforma televisiva. Io non chiedo tanto, anzi, già che ci sono chiedo meno tasse per chi le paga, più investimenti sul lavoro, salari adeguati, più attenzioni per scuola, università e ricerca. Poi, tante altre cose da fare, con calma, tanto, con il "faccia a faccia" ti sei chiarito e la fine della legislatura è ancora lontana …

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

7 thoughts on “Il mio primo faccia a faccia del 2008 con Prodi

  1. Penoso. Scusa, ma la cosa più triste è che Prodi, mentre dice queste cretinate, non si rende nemmeno conto di aver perso totalmente il contatto con la realtà e nessuno psichiatra osa intervenire. E tu gli dai corda?

  2. Spero che il PRODI PENSIERO non resti solo un “vuoto dire” che tanti,giustamente,non son più in grado di capire!!!!!!

    A te lascio il mio affettuoso AUGURIO SACCHEGGIATO per questo 2008 appena insediato!!!!!

  3. IO DURO PERCHE’ FACCIO A BASE DI VOTO DI FIDUCIA, IN BARBA AL RUOLO DEL PARLAMENTO E DELLA DEMOCRAZIA

  4. Non è facile credere in un qualcosa oggi,ma se ci sono ingiustizie,bisogna fermarle.Fermate tutte le forme di tortura.

Lascia un commento