Il legno sfamerà il mondo?

Il secolare sogno scientifico è quello di utilizzare la segatura per sfamare il mondo. L’ultimo sforzo in questo senso ha catturato l’attenzione dei media.
La notizia è questa, Percival Zhang, ricercatore della Virginia Tech ha trovato un modo per trasformare enzimaticamente la cellulosa indigeribile in amido commestibile. L’unico problema è che il processo al momento è troppo costoso per la produzione commerciale. Ma è un inizio!
L’articolo sottolinea che la maggior parte di noi sta già mangiando il legno (o cellulosa) E’ un additivo comune utilizzato nel settore dei fast-food, condimenti per insalate e gelati. Il suo scopo è di aggiungere colore o “sensazione in bocca”.
Percival Zhang e colleghi, in uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, spiega un processo che ha sviluppato per trasformare la cellulosa solida – che potrebbe provenire da legno, erba e residui di raccolto (come bucce di mais) – in un carboidrato chiamato amilosio.
Il processo è una forma di biologia sintetica, si basa su enzimi per scomporre la cellulosa in unità più piccole, quindi le molecole in amido. Ciò significa che il prodotto alimentare commestibile finale – una polvere che Zhang dice che ha un sapore dolce – è completamente sintetico ma assomiglia ad altri carboidrati complessi come l’amido di mais.
Percival Zhang è ben lungi dall’essere l’unico ad avere questa idea dal suono demenziale, anche gli astrobiologi della NASA sono interessati a trasformare parti non commestibili di piante in cibo. Dicono che gli astronauti in missioni a lungo termine potrebbero far crescere le piante per il cibo, sarebbe utile se potessero utilizzare la cellulosa nelle piante.
Zhang ha detto di aver voluto creare un prodotto alimentare sano che non avrebbe causato sbalzi di livelli di zucchero:
«Abbiamo bisogno di zucchero a lenta metabolizzazione come l’amido in modo che gli esseri umani possono mantenere quasi costante i livelli di glucosio nel sangue. E’ particolarmente importante dato che la dieta moderna, ricca di zuccheri, contribuisce al rischio di sviluppare il diabete e altre malattie croniche».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento