Il Governo del Regno Unito prevede controlli obbligatori su siti per adulti

Il Partito conservatore del Regno Unito se rieletto a maggio di quest’anno ha promesso di introdurre fasce di controlli obbligatori su siti web di pornografia online. Sajid Javid Segretario per la Cultura ha detto che un regolatore indipendente con metodi non ancora specificati avrà il compito di agire con i siti web per verificare l’età degli utenti. I siti che non rispetteranno le disposizioni saranno bloccati da fornitori di servizi Internet del Regno Unito (ISP), mentre gli ISP che non collaborano potrebbero essere multati.
Il piano annunciato dai conservatori oltre a essere stato accolto favorevolmente da associazioni caritative per il benessere dei bambini, ha lasciato in dubbio gli esperti, hanno avvertito che il controllo obbligatorio dell’età potrebbe essere costoso e di difficile attuazione. Ha mosso diverse critiche da parte di alcuni commentatori, hanno suggerito che le proposte annunciate nel Regno Unito potrebbero anche portare a una maggiore censura di Internet. 
Il nuovo piano potrebbe essere ancora più sfavorevole rispetto ai 2.013 filtri Internet che sono stati introdotti per aiutare le famiglie a controllare l’accesso a materiale per adulti, ma inavvertitamente hanno bloccato le risorse educative, come i siti web di salute sessuale.
I conservatori in un post sulla pagina Facebook del partito dicono che su internet “chiunque, a prescindere dalla loro età, è sempre a due click di distanza da materiale pornografico. Naturalmente gli adulti dovrebbero essere perfettamente liberi di guardare a questi siti, ma se i siti web che mostrano contenuti per adulti non hanno in atto controlli adeguati dell’età e permettono ai bambini di guardare questo tipo di contenuto, devono essere bloccati del tutto”.
E’ incerto al momento in tutto il Regno Unito come potrebbe essere attuato il controllo dell’età: i metodi tradizionali che chiedono agli utenti di inserire la data di nascita sono sinonimo d’inefficienza, e anche se i conservatori hanno suggerito che potrebbero essere utilizzati i controlli delle carte di credito, anche questo metodo potrebbe essere insicuro perché i bambini per escludere tali controlli di età, potrebbero semplicemente prendere in prestito da amici più grandi o rubare ai genitori i dati rilevanti. Per i controlli potrebbero essere utilizzati anche ID elettronici ma questi sistemi per essere impostati richiedono una grande quantità di tempo e denaro.
Ci potrebbero essere anche preoccupazioni per il tipo di dati che possono essere registrati da un regolatore indipendente. Gilad Rosner membro del gruppo di privacy ufficio mobile e di difesa dei consumatori, esperto di privacy e identità digitale, a Buzzfeed UK ha detto:
«La soluzione ideale è quella che è ottima a dimostrare l’età, ma nasconde le preferenze porno dell’utente. Il piano è tecnologicamente fattibile, ma costerebbe molto».
Le promesse di introdurre la verifica obbligatoria dell’età sono state fatte in questi giorni dopo un comunicato stampa pubblicato la scorsa settimana da Childline, ha sostenuto che un decimo di giovani dodicenni e tredicenni è preoccupato dalla dipendenza di pornografia. Tuttavia, questa ricerca è stata criticata, è stato fatto notare che il sondaggio citato anche da BBC News era stato condotto da OnePoll, un “gruppo di ricerca di mercato creativo” che paga gli utenti a compilare questionari online prima di vendere il risultato delle ricerche a società di PR (agenzie di PR, al contrario di agenzie pubblicitarie, promuovono le imprese o gli individui con copertura editoriale). Tuttavia, nonostante la natura sospetta di questa ricerca, molti gruppi britannici hanno detto che non è sfuggito che grazie a internet, la pornografia è più che mai accessibile per i giovani. Il capo di NSPCC ente di carità per la protezione dei bambini del Regno Unito ha detto:
«La facile disponibilità di pornografia online per i nostri figli, in gran parte estrema, violenta e profondamente degradante, è di crescente preoccupazione, qualsiasi azione che rende più difficile per i giovani di trovare questo materiale è da accogliere con favore».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento