Il bacio del marinaio, la singola foto che ha fatto la storia (video)

La foto a Time Square, del bacio dato da un marinaio a un’assistente dentale, risale al 14 agosto 1945, il giorno della resa del Giappone che ha segnato la fine della seconda guerra mondiale.
Fino a poco tempo fa, l’identità della coppia è rimasta un mistero, ma con il 67 ° anniversario della Giornata della vittoria sul Giappone, che si celebra il 14 agosto 2012, la televisione americana CBS News, ha pensato che era arrivato il giusto momento per riunire la coppia per un’intervista (vedi video sul sito di CBS).

Il bacio del marinaio che ha fatto la storia

Alfred Eisenstaedt, è il fotografo che ha immortalato il bacio di due perfetti sconosciuti, è una delle più famose foto del 20° secolo, un momento pieno di spontanea euforia che continua a durare in eterno.
George Mendonsa, ha ottantanove anni, è lui il marinaio che nella foto bacia la coetanea Greta Friedman, giovane assistente dentale, nella sua divisa bianca. Racconta:
“Il bacio è stato un attimo. Ero da poco tornato in licenza dal Pacifico, quando arrivò la notizia della fine della guerra”.
Greta Friedman, assistente dentale era in pausa pranzo, ricorda:
“Non l’ho visto arrivare, prima di rendermi conto di quello che stava accadendo, ero in questa morsa”.
George, marinaio di prima classe, quel giorno aveva fissato un appuntamento con la sua ragazza conosciuta da una settimana, ricorda:
“Eravamo al Radio City Music Hall, hanno sospeso lo spettacolo per dare la notizia della fine della guerra, i giapponesi si erano arresi. Insieme alla mia ragazza andammo in un bar vicino per festeggiare la bella notizia. L’emozione per la fine della guerra mi ha fatto bere un paio di drink in più, così quando siamo usciti dal locale … è stato un attimo, ho visto l’infermiera, l’ho afferrata e baciata“.
George Mendonsa, non sapeva dello scatto della foto. Greta Friedman, era al corrente, ha detto:
“Ho visto la foto quando è stata pubblicata sulla rivista Life, naturalmente mi sono riconosciuta, non ho mai dimenticato questo ragazzo che mi aveva afferrata e baciata”.
I due presero strade diverse, fino al 1980, quando la rivista Life, ha chiesto alla sconosciuta coppia di farsi avanti.
George Mendonsa, ricorda:
“Un mio amico, nel 1980, trentacinque anni dopo la fine della guerra, mi disse di sapere che ero io il marinaio in quella foto. Io risposi che era un pazzo. Il mio amico mi  portò la rivista a casa, era la prima volta che vedevo la foto, esclamai: “Dannazione, questo sono io!”.
George e Greta non erano gli unici ad affermare di essere le due persone catturate dalla foto, per più di trent’anni, altri hanno fatto la stessa affermazione.
Ora, George e Greta, autentica coppia della foto, hanno trovato un alleato in più, si chiama Lawrence Verria, insegnante di storia presso il liceo Rhode Island. E’ il co-autore del nuovo libro: “The Kissing Sailor: The Mystery Behind the Photo that Ended World War II” (Il bacio del marinaio: il mistero dietro la foto che ha concluso la seconda guerra mondiale”). Ha detto:
“Ho iniziato la mia ricerca nel 2007, questa è una storia sulla nostra nazione nella seconda guerra mondiale. E’ la storia di un bacio. E’ la storia di un luogo. E’ una pubblicazione sulla storia di due tesori nazionali che per molti anni hanno cercato di far valere la loro autenticità“.
George Mendonsa, sulla foto ha detto: “La prova migliore che c’è nella foto, è la presenza di mia moglie, è quella ragazza che avevo conosciuto da qualche giorno e portata al Radio City Music Hall. Il suo viso si vede all’altezza della spalla destra del marinaio”.
La ragazza è Rita Petrie, può essere vista sullo sfondo della foto con un sorriso da orecchio a orecchio (vedi foto). E’ sposata con George da sessantasei anni, sorridendo, ha detto:
“Ero stupita ma non infastidita nel vedere George, baciare un’altra donna dopo appena una settimana che ci frequentavamo. Le donne continuano ad avvicinare George, dicono che sono arrivate per il bacio del marinaio, pensano che così il marinaio  le deve baciare. La gente scrive a George, chiede autografi e qualcosa sulla storia del bacio”.
George in una recente lettera ha risposto:
“Lo scrittore Lawrence Verria, ha scritto: “Deve essere grandioso essere coinvolti in una foto storica  che significa la fine della seconda guerra mondiale“. Beh, io sono orgoglioso di questo“.
L’America è ancora ipnotizzata dal suo bacio senza tempo.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento