I pensionati fanno piangere la Fornero (vignetta)

 

La voce si incrina, qualche lacrima scende sul volto: Elsa Fornero non ce la fa a terminare la frase con la quale – in conferenza stampa – stava annunciando la deindicizzazione delle pensioni, ovvero lo stop all’adeguamento annuale in base all’inflazione. “Ci è costato…”, stava dicendo il ministro del Welfare, quando si è dovuta interrompere. Tocca allora al premier Mario Monti completare la frase: “Credo intendesse dire sacrifici”. E Monti subentra anche nell’illustrazione della misura, scherzando col ministro: “Commuoviti ma correggimi…”.

Negli anni ’50 in Italia piangevano le madonne. Oggi piange la Fornero. E’ il segno dei tempi. Dal Sacro al Profano. Anch’io mi sono commosso fino alle lacrime pensando alle nuove tasse, ai pensionati, all’Iva, all’Ici sulle prime case. Lo fanno per noi, ma non vorrebbero. Come quelle madri severe che ti mollano regolarmente uno schiaffone per educarti meglio e poi si pentono. Elsa Fornero è una professoressa di economia che ha dedicato i suoi studi al risparmio delle famiglie. E’ quindi una vera esperta, adatta al nuovo ruolo. Elsa collabora con IlSole24ore, il giornale di Confindustria, che immagino la paghi per i suoi articoli. Il Sole, giornale liberista con i soldi pubblici, che ha attinto alla greppia dei milioni di euro stanziati per l’editoria. Non si possono chiedere sacrifici senza dare il buon esempio. Iniziamo dai finanziamenti all’editoria, più di 300 milioni quest’anno. Anche gli editori possono piangere. Don’t cry for me, Fornero

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

1 thought on “I pensionati fanno piangere la Fornero (vignetta)

  1. NON CREDO CHE POSSA ESISTERE UN MOTIVO PER FAR PIANGERE L’ORGOGLIOSA APPARTENENZA ALLA VILTà SE NON ESSERE PIZZICATI NEGLI EFFETI PIù VICINI O LORO STESSI. IO DAREI TANTI DOLORI, A LORO E I LORO CARI, QUANTE GIOIE HANNO AVUTO RUBANDO ALLA POVERA GENTE PER POI CONDANNARLI ALLA POVERTà ETERNA. LO MERITANO.

Lascia un commento