I modelli di pelle del 1920 non passano mai di moda (foto)

Yva Richard in Francia dal 1920 ai primi anni ’40 era uno dei principali fornitori di abbigliamento fetish e di altri prodotti BDSM. L’azienda, con sede a Parigi, è stata fondata da L. Richard e sua moglie Nativa, che era una sarta. Hanno iniziato nel 1914 a vendere costumi, cappelli da donna, scarpe, e lingerie di alta classe. La loro gamma di prodotti nel 1923 ha iniziato a produrre in proprio anche fotografie erotiche di lingerie sempre più osé e fantasiosi costumi fetish.
La moglie Nativa Richard mostrando una grande vena di esibizionismo (a volte usando i nomi di Helios e Miss Milado), per oltre un decennio è stata la modella principale. Le fotografie spesso sono contrassegnate con un “YR” in un angolo, potrebbero essere state scattate da suo marito. Hanno venduto anche foto erotiche di bondage, frustate e sculacciate di fotografi noti come H. Manuel e Ostra Studio (una divisione di Biederer Studio).
Il loro principale punto di vendita era attraverso un catalogo per corrispondenza “La Lingerie Moderne” (fotografato da Ostra Studio), e annunci pubblicitari sui periodici “La Vie Parisienne”, “Le Sourire” e probabilmente “London Life”.
Il loro catalogo nel 1930 è stato ampliato con l’aggiunta di oggetti feticisti, sadomaso come corsetti di pelle, stivali con tacchi alti, manette, catene, maschere, collari con guinzagli e bizzarri completi per dominatrice fatti di cuoio, gomma e anche in metallo (clicca l’immagine per vedere altre foto).

Nativa Richard, clicca l'immagine per vedere altre foto
Tuttavia, gli eventi della seconda guerra mondiale portarono alla fine di Yva Richard, insieme a molti altri fornitori di arte erotica, prodotti e abbigliamento in tutta Europa. La società nel 1943 durante l’occupazione nazista della Francia è stata costretta a chiudere i battenti per sempre.

Eredità e influenza
Yva Richard dal 1930 al 1940 è stato una delle poche aziende a fornire moda erotica innovativa e le fotografie fetish. Aveva un solo grande rivale, Diana Slip con sede a Parigi. In America, l’unico rilevante commerciante di accessori fetish e la fotografia (in gran parte importata dalla Francia), a quel tempo era Charles Guyette a New York.
Forse il risultato più importante del catalogo di Yva Richard è stato l’influenza che ha prodotto sulla prossima generazione di artisti come John Willie (ha acquistato oggetti da Richard e Diana Slip negli anni ’30), e fotografi come Irving Klaw: nel 1950, tra le sue modelle può essere vista Bettie Page indossare una versione aggiornata di un modello di Nativa Richard (vedi), composto di un reggiseno a forma di cono e una cintura di castità.
Bettie Page è stata una modella americana divenne famosa nel 1950 per le sue foto di pin-up. Spesso definita come la “Regina delle Pinups”, con i suoi caratteristici capelli neri, occhi azzurri e frangetta, ha influenzato gli artisti per intere generazioni.

In un documentario intitolato “Bettie Page rivela tutto” (vedi video), la donna che è diventata un sex symbol parla della sua giovinezza, del suo diploma di scuola superiore, delle sue storie d’amore e della sua carriera ai vertici come modella, iniziata nel “Club della fotocamera”, dove giovani fotografi maschi erano principalmente interessati a fotografare in pose provocanti donne nude o poco vestite.
Durante la produzione del documentario, è stata scoperta un’inedita serie di fotografie di nudo di Bettie Page  – vedi qui – la modella in tutto il suo splendore.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento