I computer dei disoccupati inglesi possono essere spiati dal governo

I computer dei disoccupati inglesi, beneficiari di prestazioni, tramite un nuovo programma che utilizza i “cookie”, saranno giornalmente controllati in remoto dal governo per verificare  se stanno facendo seri tentativi di trovare un lavoro.
Ai disoccupati sarà offerta la possibilità d’impiego attraverso il nuovo sito Universal Jobmatch. In Homepage, il sito specifica:
Non avete bisogno d’iscrizione per iniziare a cercare un lavoro, ma se si dispone di un account  si può fare molto di più. Tutto quello che chiediamo è un  un tuo indirizzo email per registrare un account e sarete in grado di:
– pubblicare il CV;
– creare un profilo professionale;
– ricevere gli aggiornamenti sui posti di lavoro che ti interessano.
Universal Jobmatch, tramite un software, dopo la scansione dei CV dei disoccupati, abbinerà automaticamente le opportunità di lavoro che più si adattano alle loro competenze. Il sito consentirà anche ai datori di lavoro di fare ricerca tra i disoccupati e inviare messaggi per invitarli a un colloquio.
Job Centre (Centro per l’impiego di tutti gli uffici inglesi per il collocamento, molto efficienti e gratuiti), ha sottolineato che le attività di ricerca dei disoccupati possono essere monitorate dai propri consulenti mediante dispositivi noti come “cookies”, per verificare  quante ricerche di lavoro stanno facendo e se hanno rifiutato le opportunità proposte.
Iain Duncan-Smith, Segretario di Stato per il lavoro e le pensioni, ha detto che il progetto “rivoluzionerebbe” il modo di cercare il lavoro.
L’elemento di monitoraggio del programma non è obbligatorio poiché il controllo online delle persone, senza il loro consenso, non è permesso dal diritto comunitario, tuttavia i consulenti del lavoro possono applicare le sanzioni se ritengono che i disoccupati non stiano cercando il lavoro con il massimo impegno.
Ora circa 690.000 persone sono iscritte al sito Universal Jobmatch, oltre la metà ha dato il consenso ai consulenti del governo per controllare il proprio profilo e l’attività di ricerca lavoro online.
Il sito ha già registrato 370.000 datori di lavoro in cerca di disoccupati. Ogni giorno sul sito si contano circa cinque milioni di ricerche.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “I computer dei disoccupati inglesi possono essere spiati dal governo

Lascia un commento