Humanzeè, mezzo uomo e mezza scimmia

Forse il progetto ipotizzato è già nato in laboratorio per prelevare organi per i trapianti?

Scimmia HumanzeèLo scienziato Calum MacKellar, docente di bioetica e biochimica all’università di Edimburgo ha detto:
"La fecondazione delle scimmie con seme umano, potrebbe diventare realtà (il sospetto è che è già realtà), salvo che il governo interviene per fermare la sperimentazione degli scienziati".
In un’intervista a "The Scotsman", lo scienziato Calum MacKellar, direttore di ricerca presso la "Scottish Council on Human Bioethics", ha criticato il controverso progetto della "Human Fertilisation and Embriology Bill", che non vieta l’utilizzo di sperma umano in fase di inseminazione animale.
MacKellar, ha evidenziato che se la femmina di scimpanzé è  inseminata con sperma umano, le due specie sarebbero in grado di generare un ibrido, metà scimmia, metà uomo. Altre specie ibride sono già state create tra tigri e leoni, pecore e capre. L’inseminazione di animali con sperma umano dovrebbe essere vietata.
Il dott. Calum MacKellar si pone il problema dell’eventuale nascita del "humanzeè" perché potrebbe creare dilemmi etici quando si dovrà decidere se considerarlo soggetto umano o animale.
E’ contrario all’idea dei colleghi scienziati, favorevoli a creare questi "humanzees" (sostanzialmente umani, ma di diritto, non considerati come esseri umani),  con l’unico scopo di prelevare organi  per i trapianti, a basso rischio di rigetto, perché "umanizzati".
Liberamente tradotto da The scotsman
, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

6 thoughts on “Humanzeè, mezzo uomo e mezza scimmia

Comments are closed.