Heartworks

Rivoluzionario cuore virtuale per addestrare i futuri cardiochirurghi

Heartworks, cuore virtuale

E’ un cuore virtuale che pompa, batte e si gonfia come quello vero,  a detta dei ricercatori, l’"Heartworks", il  nuovo modello "virtuale" di cuore umano, migliorerà la qualità d’addestramento degli studenti di medicina, senza versare una goccia di sangue.
Creato dai cardiologi specialisti dell’University College Hospital (UCH), di  Londra, e gli esperti della computer animazione, l’Heartworks, è stato progettato per la visualizzazione in dettagli fotorealistici da qualsiasi angolo d’osservazione.
I medici tirocinanti, nelle fasi d’addestramento, potranno studiare l’anatomia cardiaca e svolgere esercizi con esami di diagnostica ultrasonica su un manichino, sviluppato in collaborazione con la Glassworks, premiata società d’animazione che utilizza un  potente chip del NVIDIA, in grado di fornire una potenza d’elaborazione grafica, 100 volte superiore a quella di un normale microchip, utilizzato fino ad ora per rendere i  videogiochi più realistici.
Magdi Yacoub, professore di cardiochirurgia  dell’University College Hospital (UCH), pioniere delle tecniche di trapianto di cuore, ha detto :
"L’Heartworks, è il miglior modello di simulazione di cuore visto in tanti anni, mostra l’anatomia e la funzione del cuore in modo molto accurato, quello che ti aspetti di vedere.
E’ meraviglioso, un grande supporto professionale per la gestione dei pazienti".

Fonte: Timesonline

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Heartworks

  1. ok…allora niente più cavie….ebbene si la scienza galoppa, sempre bene accetta quando si tratta della medicina…..baci teresa

  2. lateresa, questa è la scienza che condividiamo, quella che sperimenta e trova rimedi senza massacrare nessuno, uomini e animali :-), baciotto*

Lascia un commento