Google ha deliberatamente rallentato le prestazioni di YouTube su Firefox e Microsoft Edge

Chris Peterson responsabile del programma tecnico di Mozilla, ha dichiarato che Google ha deliberatamente rallentato le prestazioni di YouTube sui browser Web Mozilla di Firefox e Microsoft Edge. Lo scorso martedì nel tweet ha scritto che il sito di condivisione video carica a un quinto della velocità su browser non Chrome a causa della sua architettura, come riportato per la prima volta da Sofpedia. Nello specifico ha detto:
«La riprogettazione di Polymer di YouTube si basa sulla deprecata API Shadow DOM v0 implementata solo in Chrome.
YouTube serve un polyfill Shadow DOM per Firefox e Edge che, ovviamente, è più lento dell’implementazione nativa di Chrome: sul mio laptop, il carico iniziale della pagina impiega 5 secondi con il polyfill contro 1 senza».

Riporto a titolo informativo le correzioni per Firefox e Microsoft Edge suggerite da Chris Peterson
Chris Peterson per riportare YouTube a una versione precedente utilizzando i componenti aggiuntivi, ha suggerito l’estensione YouTube Classic di Firefox per ripristinare il design pre-Polymer di YouTube per aumentare le prestazioni del primo carico del sito.
Per riparare YouTube su Edge, ha indicato di installare l’estensione Tampermonkey per il browser e utilizzare uno script utente “YouTube Restore Classic“.
Ha osservato che YouTube “continua a servire il design pre-Polymer” per Microsoft Internet Explorer 11, lanciato nel 2013 e sostituito da Edge, suggerisce che Google avrebbe potuto adottare lo stesso approccio con Edge e Firefox.

Nota del portavoce di Google
Il portavoce di Google rispondendo alle affermazioni di Chris Peterson ha detto che in base alle ultime metriche le prestazioni globali di YouTube su Firefox sono le stesse di quelle della riprogettazione del sito. Ha aggiunto che Google è sempre al lavoro per rendere YouTube più veloce, indipendentemente dal browser utilizzato. Recentemente ha corretto un bug che aiuta a migliorare le prestazioni di Firefox – per qualsiasi browser quando trova bug di prestazioni che hanno un impatto sugli utenti, li risolve.

Nota del portavoce di Mozilla
«I dipendenti di Mozilla sono liberi di intervenire personalmente sulle discussioni e condividere pubblicamente i propri suggerimenti e hack che possono rendere più facile per le persone utilizzare meglio il Web. Come società open source, sosteniamo l’idea di dare alle persone maggiori informazioni e accesso a strumenti che migliorano l’esperienza online che è preziosa per tutti gli utenti del web.
Mozilla continua a lavorare sul supporto per le API Shadow DOM standard e Custom Elements. Abbiamo lavorato con il team di YouTube durante la migrazione per l’utilizzo di queste API standard. La community di Firefox mantiene la sua attenzione sul miglioramento delle prestazioni visibili all’utente su tutti i siti, incluso YouTube».

YouTube lo scorso maggio ha rivelato di avere sulla piattaforma 1,8 miliardi di utenti registrati e autenticati, ogni mese riproducono i video in streaming su YouTube.
Ogni minuto sono caricati sul sito 400 ore di video, quindi le sue prestazioni sono un fattore vitale nella scelta del browser da parte delle persone.

Crome è il browser più popolare
La società di analisi StatCounter riporta che Chrome è il browser più popolare, con il 58,94% della quota di mercato del browser nel mondo. Firefox ha il 5,17%, mentre Edge 1,89%.
Firefox lo scorso fine settimana alla versione di prova notturna del proprio browser ha aggiunto la possibilità di bloccare i video di riproduzione automatica con audio.
Chrome lo scorso martedì nell’ultima versione ha ampliato la lotta di Google contro i rischi di sorveglianza e sicurezza mostrando un avviso “non sicuro” per qualsiasi sito Http.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →