Gli Stati Uniti hanno restituito la lettera di Cristoforo Colombo rubata al Vaticano

Una copia rubata di una lettera di Cristoforo Colombo è stata restituita in Vaticano dalla signora Callista Gingrich ambasciatore degli Stati Uniti presso la Santa Sede. Il documento di quattro pagine, valore stimato in 1,2 milioni di dollari, era stato sostituito con un falso, mentre l’originale era finito in possesso di un collezionista di Atlanta, in Georgia: quando il defunto Robert Parsons acquistò il documento, non sapeva che era stato rubato.
Callista Gingrich nel presentare il documento in Vaticano, ha detto:
«E’ un pezzo prezioso di storia, sono onorata di restituirlo al suo legittimo proprietario».
Cristoforo Colombo quando si recò per la prima volta nelle Americhe, scrisse una lettera che dettagliava le sue scoperte ai suoi mecenati, il re Ferdinando e la regina Isabella di Spagna. La lettera originale, scritta in spagnolo nel 1493, fu rapidamente tradotta in altre lingue, diffondendo la notizia della sua scoperta. La versione originale in spagnolo è andata perduta, ma 80 delle copie tradotte esistono ancora.
La lettera in possesso del Vaticano era una copia latina stampata nel 1493, in seguito, all’inizio dell’Ottocento donata al superiore generale dei gesuiti; nel 1921 fu donata a papa Benedetto XV per essere conservata nella Biblioteca Apostolica Vaticana.
Il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti nel 2011 su suggerimento di un esperto di libri rari, ha appurato che la lettera in possesso del Vaticano era un falso, anche se non è noto quando la copia originale è stata sostituita con una copia contraffatta. I funzionari del dipartimento rintracciarono il documento originale custodito da Mary Parson la vedova di Robert Parsons. La donna ha volontariamente accettato di rinunciare ai diritti della lettera, in modo che potesse essere rispedita alla Biblioteca Vaticana.
Mons. Cesare Pasini, prefetto della Biblioteca, ha detto:
«Il Vaticano conserverà nella sua collezione sia la lettera vera sia la falsificazione perché anche il furto fa parte della storia».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento