Giovanni Monti, figlio del Premier, peggio del Trota?

Giovanni Monti (nato nel 1973), manager di lungo corso, ora ufficialmente disoccupato …

Dal “Fatto quotidiano” – 8 febbraio 2012 – Ma che “monotonia” il posto fisso. Lo diceva Mario Monti davanti alle telecamere di Matrix una settimana fa. “Monotono per chi ce l’ha”, diventò immediatamente il commento più gettonato sui social network. Ad avere posti non solo fissi, ma di tutto rispetto, sono i figli dei super tecnici di super Mario, quando non vanno ancora a scuola o all’università. Giovanni Monti, per quanto ora ufficialmente disoccupato, è un manager di lungo corso.

La sobria tristezza natalizia della famiglia Monti
La crisi colpisce anche la famiglia Monti, che a Natale ha dovuto accogliere il giovane rampollo Giovanni, licenziato dall’azienda in cui lavorava. L’Italia si interroga: riuscirà Giovannino a trovare una nuova occupazione, o infoltirà la schiera dei disoccupati e, suo malgrado sarà costretto a vivere sulle spalle dell’augusto genitore, in attesa dei mirabolanti risultati del piano per lo sviluppo, che l’incomparabile mente di babbo sta partorendo?

                                                            Giovanni Monti, visibilmente attapirato

Anche Mario Monti e la sua famiglia hanno dato un contributo al calo dei consumi di Natale. Pare infatti che la moglie Elsa, impegnata nel volontariato come presidente della Croce Rossa milanese, abbia preparato un cenone estremamente sobrio nell’appartamento che SuperMario ha comprato anni fa nella strada alberata che si trova nella zona Ovest di Milano (la stessa dove un tempo abitava Roberto Calvi).
Intorno alla tavola l’aria non era molto allegra anche se la scalata a Palazzo Chigi avrebbe dovuto riempire di gioia le stanze dove fino all’inizio di dicembre il Professore di Varese ha meditato e scritto i suoi articoli sulla crisi italiana. E quando si sono ritrovati a tavola per mangiare un piatto di wurstel e un panettoncino comprato su una bancarella di extracomunitari, a casa Monti e’ scesa una grande tristezza. La colpa non e’ dello spread e nemmeno del Cavaliere di Arcore che tiene un cappio intorno al collo del Premier sognando di tornare al potere, ma del figlio Giovanni, nato nel 1973, con grande sorpresa dei genitori, a 38 anni e’ stato improvvisamente licenziato.
Fino a pochi giorni fa il giovanotto, che nel 2009 era stato assunto in Parmalat da Enrico Bondi, ricopriva la carica di responsabile per lo sviluppo del business, ma adesso – come spiega il quotidiano “MF” – e’ stato gentilmente messo alla porta insieme ad altri tre top manager (Massimiliano Quaini, PierLuigi De Angelis e Manuela Mangiagalli direttore del personale).
A prendere la brutale decisione e’ stato Yvon Guerin, il 46enne francese che nel luglio scorso e’ stato nominato al vertice di Parmalat dopo l’acquisto del’azienda del latte da parte della famiglia Bessnier, i silenziosi patrons del formaggio transalpino che a dispetto delle cordate senza soldi messe in piedi dagli italiani come le Coop e Luchino di Montezemolo, si sono impossessati del vecchio impero di Calisto Tanzi e di Bondi.
Per Monti e la moglie Elsa e’ un colpo durissimo, uno schiaffo che non fa giustizia delle referenze del figliolo che dopo la laurea alla Bocconi e due master alla Columbia University, ha lavorato in Goldman Sachs come papa’ Mario, e si e’ specializzato in Citigroup e Morgan Stanley.
Ai famigliari che chiedevano lumi sul futuro del ragazzo, Monti si e’ rabbuiato piu’ del solito e ha rilasciato un gelido “no comment”. Dagospia

 

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

10 thoughts on “Giovanni Monti, figlio del Premier, peggio del Trota?

  1. GIUSTO! molto meglio il trottola: Monti e Fornero porteranno tutti i lavoratori al CIMITERO!

    RIP

  2. Lo spirito del vostro pezzo lo si coglie bene dalla frase in cui rimproverate a Monti di avere una casa nella stessa strada dove abitava Roberto Calvi. Ma vi rendete conto di cosa dite?
    Curiosa, ma più confortante, l’ironia sulla cena di Natale: almeno non si parla più di escort e spogliarelli nella casa del premier, ma di wurstel e panettoni!
    Quanto ai figli, sarebbe bene valutarli per quello che valgono e non per chi sono i loro padri. Paragonare un ragazzo che ha lavorato in Goldman Sachs con il Trota, e dire addirittura che è peggio, da’ un’idea abbastanza precisa della vostra intelligenza o della vostyra partigianeria.

  3. Pippapoma alias Peppe, che ti nascondi dietro una falsa e-mail …, l’estensore dell’articolo è plurilaureato non è zuccone come te, piace utilizzare “famigliari” (non è sbagliato), quando è riferito al Trota & simili.

    >>>> Zuccone, torna a ripetizione!

  4. SONO ROBERTO, MI NASCONDO DIETRO UNA FALSA E-MAIL, DICO LA MIA: COME BRUTTURA, BEH… SIAMO LI, TUTTI DUE SPAVENTANO I BAMBINI, LA FACCIA DA EBETE E’ CONDIVISA, PER IL RESTO SONO DUE FIGLI DI PAPA’ ….. ONESTI.

  5. Ma sto Giovanni Monti, quanti anni ha 39 o 43?? lo so che non è il caso di fare ste domande, in questo momento di crisi per l’italia, ma su molti siti leggo “39 anni” :/

  6. E’ vero, il refuso è stato corretto, ho messo l’anno di nascita (1973), questo è certo 🙂

  7. Pattinando…credo che la plurilaurea o come scrivi tu di fronte a gentaglia simile (i cari ministri anziani,il governo più “vecchio” della storia) che afferma a piena voce che i figli non dovrebbero avere il lavoro “accanto” ai genitori,quando Fornero,Monti,Cancellieri & Co.,fanno esattamente il contrario,non serva a nulla.E non serve neppure qualificare il lavoro alla Goldman(peraltro discutibile…)perchè a mio modo di vedere mi stanno sui coglioni anche quelli che grazie alle raccomandazioni vivono di lavoro statale cioè un numero abnorme in Italia!Concludendo è chiarissimo constatare che nessun figlio di ministri o politici in generale,anche ai minimi livelli (pensiamo a Di Pietro ed ai figli in Polizia…)sia disoccupato e qui mio caro non c’entra un caxxo il curriculum,quindi per logica il Trota non ha fatto altro ciò che PURTROPPO è normale in un paese,dove PURTROPPO intere generazioni o famiglie sono inserite in pubblici uffici:invertendo votazioni e/o curriculum,il risultato non cambia!

  8. Perché in questo commento ti firmi Eva e nell’altro Stronzio, con l’email inesistente? 🙂

    Ti rispondo perché ho visto che soffri d’insonnia, rispetto per chi alle 03:38 ha lasciato due commenti.
    Il plurilaureato è riferito all’autore dell’articolo sul figlio di Monti (ho risposto a un commento, ho detto che non è errore scrivere famigliari anche se è consigliato utilizzare familiari).
    Il discorso dei raccomandati tipo Trota, è preoccupante, il futuro dell’Italia è già nelle loro mani :-).

Lascia un commento