Giornalista coi pannoloni (titolo originale Comunismo coi pannoloni)

Attenzione, se non avete accusato mal di stomaco, dopo aver letto solo il titolo di questo pezzo di m …. (in gergo pezzo giornalistico), potete continuare a leggere l’articolo che il W.C. Direttore di Libero (da far curare per una galoppante andropausa cervellotica), ha scritto all’indirizzo di Giorgio Napolitano, il Presidente della Repubblica che non ha bisogno di pannoloni – come scrivi tu -, ma quando lo vorrà, senza farsela addosso, andrà tranquillamente a urinare nel primo e unico cesso Libero che incontrerà, sempreché il cesso Libero, non farà di tutto, per evitare di incontrarlo, perché irrimediabilmente intasato.

Napolitano rappresenta un’ideologia vecchia e non fallimentare ma mai rottamata. Bene ha fatto il centrodestra a non rendersi complice della penosa elezione del paravento di Prodi.
Non ho brindato e sapevo che non lo avrei fatto. Era noto che sarebbe passato un uomo della Quercia per ovvi motivi. I politici, poveracci, dicono sempre con sussiego di non avere a cuore le poltrone; in realtà non pensano ad altro. Provate a sfilargli la cadrega su cui posano gli onorevoli glutei. In questa logica i diessini erano creditori nei confronti dell’Unione: il seggiolone della Camera è andato al gemellino di Fidel Castro, Fausto Bertinotti in Prodi; il seggiolone del Senato è andato a Franco Marini, democristiano d’antico pelo marsicano. Rimaneva giusto il Quirinale, al cui inquilino la Costituzione affida il ruolo di rappresentare gli italiani. Il maggior pretendente era D’Alema, a mio trascurabile giudizio il migliore dei peggiori. Ma i suoi compagnuzzi lo hanno fregato. Lo stimano ma lo temono perché non è un inutile né utile idiota; ecco perché lo hanno scartato. Le altre valutazioni erano e sono pretestuose. Prodi, ricambiato, detesta il compagno Massimo; però non poteva chiudere la strada del Colle ai diessini, avrebbe rischiato di avere nemico il socio più importante della maggioranza. E allora con Rutelli e altri dell’area cattoqualunquista ha studiato bene la pratica. Si è chiesto: chi c’è nella Quercia che potrebbe fregare D’Alema e al tempo stesso accontentare la massa rossa? Pensa e ripensa che a pensare impazzo, tel lì il salvatore, la Cariatide che fa al caso nostro: Giorgio Napolitano, comunista dal 1946 o addirittura dal 1945, una specie di Andreotti senza gobba né verniciatura metallizzata. Senatore a vita per meriti misteriosi, già presidente di Montecitorio, già ministro dell’Interno, non ha lasciato traccia di sé, se si esclude la legge Turco-Napolitano (secondo, perfino nella denominazione di un provvedimento privo di senso). 
Vittorio Felltri direttore di Libero.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

18 thoughts on “Giornalista coi pannoloni (titolo originale Comunismo coi pannoloni)

  1. Mauropucci proprio così.
    Damina io ho preferito altri, perché D’Alema era la scelta della Cdl, una trappola per l’Unione, come ha scritto Travaglio, nell’articolo che ho ripreso e postato. Baciotto*

  2. Hai ragione, Pat….

    La cosa più fastidiosa, poi, è che questi giornalisti (purtroppo, lo sono, perlomeno riconosciuti dall’ordine) non hanno ben chiaro il confine tra editoriale e volgare offesa e diffamazione…

    E purtroppo, Feltri si è anche clonato nei vari Belpietro e Paragone…

  3. Bellissima la nuova testata grafica del blog!!!

    Ma ora…è consentito farla sul muro di Arcore?????

    🙂

  4. mio caro…ha ragione loreanne bella testata..

    comunque…napolitano spero non scordi le sue radici nel pci…

    un saluto =)

  5. Io dico che và benissimo per il bagno,anche perchè quando vai ti senti libero,ciao alla prossma amico mio.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  6. Loreanne Feltri, spesso e volentieri la fa fuori dal vaso, e si bagna sempre le sue scarpe, non come noi che la facciamo sempre sul muro di Arcore :-), Grazie per il gradimento dell’Header, baciotto.
    Veronica grazie per il tuo commento, Napolitano non tradirà il suo cuore :-).
    Esploratore un saluto a te, ciao.
    Momolina vado a vedere :-).
    Grazia baciotto :-).

  7. Grazie per il tuo commento, e ti auguro una buona giornata ciao.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  8. Oidualc molto pertinente e divertente, ciao.
    Garbaland, ti ringrazio per avermelo ricordato, ero al corrente del marchingegno :-).
    Alidada volenti o nolenti, si sono beccati Napolitano sui denti :-). baciotto.
    EvaCarriego grazie per il tuo commento, Feltri (apprezzerà sicuramente) è un emerito emetico.
    Esploratore ciao, buona giornata.

  9. Che onore: una torta!!

    L’hai fatta tu,

    con le tue “ditina”

    e i “tastini” del tuo pc???

    Mmmmhhhhhhhh

    ;-))

    Anne

  10. Tragicomico questo pezzo!

    Ma già… che si voleva da uno che fa “l’antipatico” a rete4?????

  11. Forse non sai che è stato reso pubblico il programma che usano a Libero per generare gli articoli. Lo trovi qui

Comments are closed.