Gioco online del dipartimento di psicologia di UBC aiuta a classificare correttamente i rifiuti

The University of British Columbia (UBC) ha evidenziato che un semplice gioco online può insegnare alle persone a ordinare i rifiuti in modo più accurato e con risultati duraturi. I partecipanti allo studio dopo aver giocato hanno ricevuto un riscontro immediato sulle loro scelte di selezione. La seconda volta che hanno partecipato al gioco, quando il feedback non era più fornito, hanno migliorato la loro precisione media dal 69% all’84% anche quando passava una settimana tra un gioco e l’altro.
I ricercatori per lo studio hanno coinvolto gli studenti che vivono nelle residenze universitarie, quindi hanno monitorato i loro cestini dei rifiuti. Hanno osservato sia una leggera riduzione della contaminazione (è la presenza di elementi che non dovrebbero essere in un particolare contenitore), sia un aumento del peso del compost.
Jiaying Zhao, assistente professore nel dipartimento di psicologia di UBC, autore senior dello studio, pubblicato sullo Journal of Environmental Management, ha detto:
«Il feedback immediato aumenta la precisione del riciclo e del compostaggio a lungo termine, sia in laboratorio sia sul campo. Una delle grandi domande in psicologia è: “Quanto durano questi effetti?”. Le nostre più grandi conquiste sono che il feedback immediato funziona, e gli effetti durano nel tempo.
I rifiuti solidi stanno aumentando velocemente, l’ordinamento accurato sta diventando un imperativo nelle città nordamericane, dove la persona media getta ogni anno 700-800 chilogrammi di rifiuti solidi: negli Stati Uniti tra il 1960 e il 2013, la produzione di rifiuti solidi pro capite è aumentata del 64%; un terzo dei rifiuti di discariche è organico, rilascia metano in atmosfera. Il metano è 25 volte più potente dell’anidride carbonica nella creazione di condizioni per i cambiamenti climatici».

Gioco online per classificare correttamente i rifiuti
Yu Luo, autore principale dello studio, ha osservato che le norme sociali e la convenienza dei contenitori per la raccolta differenziata hanno incoraggiato le persone a provare a trattare i rifiuti in modo appropriato, ma anche quando s’impegnano, commettono errori.
Yu Luo per correggere questi errori, ha sviluppato un semplice gioco di classificazione (vedi gioco), nella parte superiore dello schermo appaiono quattro quadrati, rappresentano le categorie di rifiuti: scarti di cibo; contenitori riciclabili; carta e immondizia. Di seguito è visualizzata l’immagine di un elemento di scarto. I giocatori in totale devono ordinare accuratamente 28 oggetti. I migliori con il punteggio più alto, indicando i propri dati vinceranno un premio.
La ricerca in psicologia cognitiva ha dimostrato che il feedback immediato aiuta le persone a imparare e migliora le prestazioni del loro compito. I risultati dell’esperimento lo dimostrano. I ricercatori per l’esperimento sul campo, hanno trascorso due settimane in tre residenze studentesche UBC, hanno raccolto i dati di riferimento sul peso e sui tassi di contaminazione dei bidoni. Poi, per sei settimane, hanno promosso il loro gioco tra i residenti di due edifici. In seguito, hanno trascorso tre settimane per controllare i dati sui rifiuti. Hanno notato che l’ordinamento era leggermente migliorato rispetto al terzo edificio.
UBC Campus and Community Planning ha già adattato la ricerca del suo gruppo per una versione del gioco che ora fa parte dell’orientamento per gli studenti del primo anno, prevede classifiche e premi (vedi gioco online).
Jiaying Zhao è incoraggiato dai risultati, suggeriscono che l’ordinamento virtuale può aiutare a risolvere un problema del mondo reale, in conclusione ha detto:
«Visti i risultati, non vedo alcun motivo per cui l’idea non possa essere applicata in tutti gli edifici residenziali – nel campus e fuori».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →