Fine Arts: Berlusconi, l'arte del fine dicitore

Per l’ occasione, è stato affittato l’ Auditorium della Tecnica, nel palazzo della Confindustria: nuovo partito, nuovi locali

Berlusconi, l'arte del fine dicitore

Sede di lusso: hostess all’ingresso, guardie in abito scuro con le mani incrociate all’ altezza della cintura, camerieri in livrea bianca con mostrine dorate.
Per entrare, bisogna indossare un braccialetto giallo, di quelli che nei villaggi vacanze distinguono gli ospiti paganti dagli intrusi. Dentro, non ci sono solo i giornalisti ad aspettare il già predecessore e neo-successore di Romano Prodi. C’ è la rossa Brambilla, alla quale Gasparri fa il baciamano davanti ai fotografi. C’ è la prediletta Carfagna, ministra in pectore, che se ne rimane chissà perché in quarta fila. C’ è Renato Brunetta, che saltella felice di qua e di là. C’ è la Mussolini, che mamma Maria accarezza con lo sguardo dal fondo della sala. C’ è Rotondi, con un audace abito grigio a scacchi ton sur ton. E poi, naturalmente, i big. Fini, serafico, ha una cravatta gialla. La Russa si accovaccia sui gradini.

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

8 thoughts on “Fine Arts: Berlusconi, l'arte del fine dicitore

  1. è sempre la stessa commedia di pessimi saltimbanchi..vendono anche le bottigliette che fan guarire tutti i mali..ciauPatti

  2. Caro amico, se c’è tutta quella “BELLA GENTE” io lì dentro non ci entro proprio per niete!!!!!!!

    Complimenti per l’immagine ironica!!!!!!!!!! :-)))

  3. Alp Con le televisioni e giornali è più semplice prendere per i fondelli la gente. Purtroppo la maggioranza che l’ha votato è incollata a vedere il Grande Fratello :-).

  4. Oidualc, ti ringrazio per l’immagine ironica, siamo in due a girare al largo da quella … gente :-).

Lascia un commento