Festa di Santa Efigenia in Perù, annullato il tradizionale sacrificio di gatti (video)

Mangiare il gatto è una tradizione annuale che si svolge a La Quebrada in Perù, durante la festa di Santa Efigenia.
Il festival per la celebrazione della Santa Efigenia (era popolare tra gli schiavi africani in Perù quando era una colonia spagnola), propone fuochi d’artificio, balli, canti di canzoni tradizionali afro – peruviane e la contrastata corsa di gatti destinati al barbecue per essere cotti e mangiati. Tuttavia da quest’anno (si spera), i partecipanti non potranno fare “la festa” ai felini.
Il menu durante l’evento di quest’anno prevedeva il consumo di 100 gatti. Gli attivisti per i diritti degli animali e alcuni legislatori peruviani per contrastare la crudeltà sugli animali hanno detto che mangiare il gatto è un pericolo per la salute pubblica.
I tradizionalisti hanno risposto che i gatti destinati alla festa, sono appositamente allevati, uccisi e mangiati, significa che il loro consumo è sicuro.
Gli organizzatori della Festa di Santa Efigenia alla fine hanno ceduto alle pressioni, hanno deciso di eliminare dalla festa religiosa la cottura dei gatti alla brace. I partecipanti al posto del gatto, potranno gustare il “carapulcra”, inventato dagli Inca più di 500 anni fa, è uno stufato a base di carne di maiale, patate disidratate e spezie varie.
Ciò che dà a questo piatto il sapore unico e consistenza è il suo principale ingrediente, la “papa seca”, o patata disidratata (una tecnica di conservazione utilizzata dagli Inca per ridurre il peso dell’acqua per la facilità di trasporto). Cotto a fuoco lento con peperoncino, arachidi, chiodi di garofano, cannella, anice, carne di maiale e vino rosso. Il risultato è uno stufato abbondante, speziato e complesso, un vero e proprio mix di sapori Inca, europei e africani.
Il Festival per onorare la Santa Efigenia negli ultimi diciannove anni si svolge a La Quebrada. Mangiare il gatto anche se è un tabù negli Stati Uniti e in Europa, non è visto negativamente da alcune culture in America Latina e in Asia. In Perù secondo le credenze locali, i primi coloni per sopravvivere mangiavano carne di gatto.

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento